Pietro Ferrari

Pietro Ferrari Servizi legali e Narrativa

21/04/2024

" In voci, vecchia, non dar di giubilo.
È empio rallegrarsi davanti ai caduti uccisi dal Fato "

Odissea XXII

25 Aprile AUGURI AL GENIO ITALICO [ Organizzato dal Comitato Nazionale per il 150° anniversario dalla nascita di Gugliel...
20/04/2024

25 Aprile
AUGURI AL GENIO ITALICO
[ Organizzato dal Comitato Nazionale per il 150° anniversario dalla nascita di Guglielmo Marconi, il programma dei festeggiamenti prende il via proprio il 25 aprile presso la Villa Griffone di Pontecchio Marconi (in provincia di Bologna), con l’evento Marconi 150! ]

Segui su Sky Arte L'Italia celebra Guglielmo Marconi a 150 anni dalla nascita

Abbiamo fatto un buon lavoro 🎉
18/04/2024

Abbiamo fatto un buon lavoro 🎉

Una sfida a colpi di citazioni, logica e dialettica. Si è svolta alcuni giorni fa, nell’aula Falcone-Borsellino del tribunale di Teramo, la prima gara di qualificazione territoriale del “Torneo della Disputa Dire e Contraddire”, tradizionale competizione di retorica forense organizzata dal Co...

[LA CIRCOLAZIONE DELLE ELITES]"...la costante facilitazione dei percorsi di studio dopo il ’68 ha complessivamente contr...
11/04/2024

[LA CIRCOLAZIONE DELLE ELITES]
"...la costante facilitazione dei percorsi di studio dopo il ’68 ha complessivamente contribuito ad allargare i divari territoriali tra Nord e Sud e tra i figli delle famiglie ricche e i figli delle famiglie povere, accentuando le disuguaglianze."

Quest’anno ricorrono i cento anni dalla riforma dell’istruzione promossa dal ministro Giovanni Gentile, che ha profondamente segnato la storia del nostro Paese nel Novecento. Quando si analizza un evento, in genere, commettiamo l’inevitabile errore di interpretarlo con gli occhi dell’oggi, s...

03/04/2024

Ilaria Salis? Io da avvocato le avrei consigliato un bassissimo profilo proprio per non peggiorare le cose, ma aver alzato questo polverone mediatico potrebbe essere stata anche la mossa della disperazione, davanti ad una situazione disperata.
Non si capisce se chi la esalta come martire sostiene la sua innocenza o il suo diritto di poter aggredire i neofaxxisti. Anche se alla fine si capisce... Quotidianamente carcerati italiani vengono condotti in manette nei tribunali davanti a giornalisti distratti e centinaia di altri italiani si trovano internati all' estero senza che importi a nessuno. Curioso che il Paese del povero Zuncheddu vigili e dia lezioni ad altri su come condurre i processi penali.

POSTILLA: Gli antagonisti del global warming e dei certificati digitali vogliono salvarci dall' Apocalisse.C'è chi vuole...
02/04/2024

POSTILLA: Gli antagonisti del global warming e dei certificati digitali vogliono salvarci dall' Apocalisse.

C'è chi vuole salvare il pianeta con le auto elettriche e chi vuole salvarlo col timbro sul cartoncino della ASL.

In apparenza distanti ma solo diversamente gretini, anzi. I secondi non solo salverebbero il mondo ma addirittura la Chiesa.

Se l'intelligenza artificiale può creare apprensione, è ben poco rispetto a quanto può generare la stupidità naturale:

Nota di RS: continua la collaborazione fattiva e amichevole di Pietro Ferrari, già autore di tre libri per la nostra casa editrice ovvero “Fascismi” [ancora disponibile], la “Questione monetaria” e “Non Possumus”. Si tratta un esponente di punta del cattolicesimo integrale nostrano. Com...

Prossima settimana a Teramo ricorderemo la figura di Giovanni Gentile: [ Quella gentiliana è la visione di uno Stato che...
02/04/2024

Prossima settimana a Teramo ricorderemo la figura di Giovanni Gentile:
[ Quella gentiliana è la visione di uno Stato che liberamente crea la nazione; che coincide con la volontà del popolo del quale è l’educatore. Uno Stato che vive nell’uomo: che – al contrario di tutte le varie e astratte teorie nazionaliste, assolutiste, liberali, socialiste, democratiche, ecc. – non è inter homines, bensì in interiore homine. Uno Stato, cioè, che non è più (solo) una burocrazia, ma piuttosto carne e sangue della nazione. Uno Stato, quindi, che non è, ma che, invece, costantemente si fa nella coscienza dell’uomo e del cittadino. Uno Stato, dunque, dinamico e progressivo che – ad onta della sua stessa etimologia – non sta, ma che sempre diviene in una “eterna rivoluzione” ]

Valerio Benedetti

Multiallineamento e unipolarismo
31/03/2024

Multiallineamento e unipolarismo

Dugin ha ragione o torto? Siamo alla fine dell’impero americano? Alla fine della centralità occidentale?Il futuro del pianeta è il famoso “mondo multipolare”...

29/03/2024

Che scandalo, che indecenza, che orrore medievale vedere una persona carcerata che viene portata in tribunale in manette... Lo vedo ogni giorno in Italia da tanti anni e noto che lo vedono anche i giornalisti presenti. Magari non ci fanno caso?

Il ministro Valditara vuole un limite al numero di immigrati nelle classi per integrarli meglio ma non incontra plausi p...
29/03/2024

Il ministro Valditara vuole un limite al numero di immigrati nelle classi per integrarli meglio ma non incontra plausi perché - in verità - gli immigrazionisti non vogliono l'integrazione degli allogeni nella NOSTRA civiltà ma la sostituzione etnica. Ne parlava l'ONU nel 2000

NUOVO RAPPORTO SULLA MIGRAZIONE SOSTITUTIVA PUBBLICATO DALLA DIVISIONE POPOLAZIONE DELL'ONU | Copertura degli incontri e comunicati stampa

17 March 2000 Press ReleaseDEV/2234 POP/735 NEW REPORT ON REPLACEMENT MIGRATION ISSUED BY UN POPULATION DIVISION 20000317

Le sterili polemiche sul ruolo della Corte Costituzionale.Hai voglia ad attaccare "il comunista Barbera". La colpa è dei...
27/03/2024

Le sterili polemiche sul ruolo della Corte Costituzionale.
Hai voglia ad attaccare "il comunista Barbera". La colpa è dei parlamentari che non hanno visione, competenza, coraggio e non vogliono assumersi le responsabilità politiche di fare delle scelte:

Nota di RS: continua la collaborazione fattiva e amichevole di Pietro Ferrari, già autore di tre libri per la nostra casa editrice ovvero “Fascismi” [ancora disponibile], la “Questione monetaria” e “Non Possumus”. Si tratta un esponente di punta del cattolicesimo integrale nostrano. Com...

22/03/2024

Davanti a chi ti chiede la resa perché nulla ha da vantare nella sua storia se non la resa, ricordati di Orazio, (Odi, III, 2, 13): "Dulce et decorum est pro patria mori"

17/03/2024

Putin non è fa###ista come dice il mainstream. Il faxxismo pensò più onestamente di escludere anche la parvenza di un pluralismo politico per proporre un listone scelto dal Gran Consiglio su cui si poteva votare sì o no o non votare. Un regime non si dovrebbe vergognare di essere quello che è altrimenti non solo resta un regime, ma diventa pure ridicolo in quanto tale. La rinascita russa?
Nella peggiore delle ipotesi la loro popolazione si dimezzerà entro il 2100.
https://www.newsweek.com/russia-population-demographic-catastrophe-abortions-children-1845110 #:~:text=As%20of%20January%201%2C%202023,in%20the%20next%20two%20decades.

Un italiano senza materie prime è mediamente ricco come tre russi con le materie prime.

Un tedesco come cinque russi. Un Paese che vende gas per fare le bombe atomiche e lascia la popolazione quasi da terzo mondo.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Stati_per_PIL_(nominale)_pro_capite

Contenti loro.

17/03/2024

Un convegno di eccezionale valore. Da ascoltare:

17/03/2024

𝐂𝐡𝐞 𝐟𝐢𝐧𝐞 𝐡𝐚 𝐟𝐚𝐭𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐦𝐩𝐥𝐞𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐈𝐭𝐚𝐥𝐢𝐚?
Ma oggi vogliamo ricordarlo o no che il 𝟏𝟕 𝒎𝒂𝒓𝒛𝒐 del 1861 fu proclamata l’Unità d’Italia? Nessuno sa dire niente, la festa nazionale per la nostra benedetta e maledetta unità d’Italia resta italianamente nel mezzo, a bagnomaria. Se ricorderete, si pensò di dichiarare festa nazionale il 17 marzo del 2011, a 150 anni dall’unità d’Italia; tutto era partito da una mia proposta nel comitato dei garanti per gli anniversari nazionali che fu accolta. Ma si decise di istituire solo per il 2011 la festa dell’Italia, un anno e poi basta. Patriottismo una tantum… Poi si parlò di declassarla a solennità civile. Poi nulla. Ma di festa popolare e nazionale, festa nelle scuole e nei luoghi pubblici, manco a parlarne.

Ora io credo che un Paese debba avere la minima dignità di ricordare la data in cui si unì. Lo deve fare anche per ricordare il passato diviso, le pagine buie, le motivazioni di coloro che si opposero al Risorgimento e all’Unità. Motivazioni che sono veramente trasversali: leggetevi Gramsci e capirete le ragioni della diffidenza dei socialisti e dei comunisti anche nel nome dei contadini. Ma leggete pure le ragioni della contrarietà dei cattolici o dei meridionali, dei difensori degli Asburgo o dei Borbone. Ragioni rispettabili, a parte le esagerazioni revansciste. Ma ciò non toglie un paese adulto e civile abbia il dovere di ricordarsene. Ciò non toglie che l’Italia esiste e fino a prova contraria è la nostra Nazione, sancita dalla Tradizione e dalla Costituzione, dalla lingua e dalla malalingua. Aggiungete pure altre due considerazioni. La prima: non abbiamo una sola festa che celebri l’unità d’Italia, abbiamo la festa della Liberazione imperniata sulla dolorosa guerra civile e abbiamo la festa della Repubblica, impiantata sulla spaccatura a metà tra monarchia e repubblica. Il 4 novembre non è più festa da un pezzo. Non abbiamo una festa degli italiani e dell’Italia tutta. Una festa nata per unire, usando il bel motto del felice spot della Difesa per i 150 anni.
Allora dico al Presidente del consiglio, ai ministri della Difesa e dei Beni culturali, della Pubblica Istruzione e della Gioventù: che aspettate a rianimare l’istituzione della festa nazionale? Scuole chiuse, discorso alla nazione, festa popolare in tutta Italia.

Non dite che con i problemi che ci sono non è il caso di festeggiare, perché con questa logica dovremmo stare sempre in lutto stretto a piangere miseria sull’Italia. Se volete trovare una formula non lesiva di nessuno, nemmeno della Lega e degli antirisorgimentali cattolici, terroni e socialisti, ripartite da lontano, dall’Italia nazione culturale, cioè dall’Italia antica e medievale, dall’Italia della lingua e della letteratura italiana, dall’Italia primatista mondiale dei beni culturali e dall’Italia erede di una civiltà giuridica e un Impero che unì i popoli, e sede di un papato universale. Poi rendete omaggio anche a chi si oppose o patì l’Unità d’Italia, date spazio anche a letture critiche, siate inclusivi nelle celebrazioni d’Unità. Ma rifate la festa all’Italia, un sobrio amor patrio ci vuole ancora. Un paese che non si ama non si salva.

E come cambierà la "libertà" umana nel mondo plasmato dalla AI? Essa sarà annichilita o potenziata?
14/03/2024

E come cambierà la "libertà" umana nel mondo plasmato dalla AI? Essa sarà annichilita o potenziata?

L'impatto della AI sul valore e l'attuazione della libertà secondo le riflessioni di Yuval Noah Harari

L'impatto della AI sul lavoro umano
13/03/2024

L'impatto della AI sul lavoro umano

La trasformazione sociale che verrà secondo le riflessioni di Yuval Noah Harari

Ma fu davvero una pagina di cui vergognarsi?
12/03/2024

Ma fu davvero una pagina di cui vergognarsi?

Le ricerche di Alfredo Alpozzi forniscono una lettura storica emancipata dai sensi di colpa imposti dalla cancel culture

11/03/2024

Ogni volta che si cerca di modificare la Costituzione c'è qualcuno che, non conoscendola, ritiene che sia del tutto intangibile e che semmai invece che modificata, essa vada attuata. Ebbene l'art 116 al comma 3 prevede che con legge ordinaria e in accordo con la Regione interessata che lo richiede, lo Stato possa incrementare le competenze legislative della medesima. Pertanto la legge sulla cosiddetta autonomia differenziata non solo non modifica e tanto meno stravolge, ma attua proprio il dettato costituzionale.

Notevole nervosismo degli scribacchini che si credono al di sopra della legge.
08/03/2024

Notevole nervosismo degli scribacchini che si credono al di sopra della legge.

Crosetto pronto a farsi ascoltare dal Copasir e dall'Antimafia (ANSA)

Dedicato alla   e a tutti quelli che con la pancia piena rimpiangono di non essere mai riusciti a realizzare in Italia  ...
08/03/2024

Dedicato alla e a tutti quelli che con la pancia piena rimpiangono di non essere mai riusciti a realizzare in Italia

Per qualche ragione nessuno si ricorda mai dell'incredibile comunismo albanese e del suo peculiare leader Enver Hoxha.Teorico di un certo livello, ma spavent...

05/03/2024

Il convegno alla Università di Teramo sulla costituzionale della è stato di altissimo livello. Punto chiave la proposta dei due CSM che dovrebbero non solo continuare a garantire l'indipendenza della magistratura nei confronti del potere esecutivo ma anche quella dei giudici dai PM. La separazione delle carriere nella magistratura è un novum per un sistema processual-penalistico che fino al 1989 ha avuto ispirazione dal modello inquisitorio.
L' unico CSM del 1948 era ovviamente concepito in quel vecchio modello che oggi occorre superare:

https://www.radioradicale.it/scheda/722205/assetto-e-ruolo-costituzionale-della-magistratura-e-criticita-criticita-e-prospettive

03/03/2024

Qualche pillola sull'ondata antiebraica che si è scatenata da ottobre.
Primo: il riflesso antiamericano della sinistra radicale deriva da quell' antica sudditanza verso l'Unione Sovietica e genera automaticamente prese di posizioni aprioristiche. Israele è un avamposto USA nel Mediterraneo e quindi ha torto a prescindere, ma lorsignori ignorano che in realtà fu Stalin a volerne l' esistenza.
Secondo: il nesso tra lo scempio di Gaza e lo spintonarsi con i poliziotti italiani a Pisa e Firenze è del tutto introvabile e privo di qualsiasi logica, se non quella becera del solito sfogo nichilista di frustrazioni irrisolte.
Terzo: ormai è chiaro che ci sia una forma diffusa di antisemitismo e non di matrice neo-faxxista, che giustifica i rastrellamenti e le deportazioni fatte da Hamas ma poi ipocritamente denuncia quelle fatte nel ghetto di Roma ottanta anni fa. La cosa assume anche rilievi comici se si pensa che Hamas sia un movimento di matrice religiosa e tradizionalista, quindi profondamente nemico della galassia woke e anarco-antagonista occidentale.
Quarto: Russia e Israele sono due Stati che utilizzano episodi marginali per scatenare rappresaglie sproporzionate, fatte di stragi e guerre di conquista, contro popoli che considerano indegni di una propria identità nazionale ed a cui non riconoscono il diritto di autodeterminazione. Se oggi si è contro i russi sarebbe meno ipocrita essere anche contro gli israeliani ma viceversa: chi manifesta per Gaza dovrebbe già averlo fatto per Kiev.

Da quell' Unità controversa e di certo improvvisata seppur nel destino tracciato da Enea nacque la questione meridionale...
01/03/2024

Da quell' Unità controversa e di certo improvvisata seppur nel destino tracciato da Enea nacque la questione meridionale irrisolta e solo attenuata dall' armonico collettivo mussoliniano e poi dall' assistenza statale che per contraccolpo della sua presenza generò quella settentrionale altrettanto motivata. I grumi genetici restano ad interrogare il presente.

Referendum istituzionale del 2 Giugno 1946 - le regioni del Sud Italia votarono convintamente per la monarchia sabauda, con punte dell'80%.

“Sarà un evento di altissimo profilo – è il commento del presidente dell’Ordine degli avvocati di Teramo, Antonio Lessia...
28/02/2024

“Sarà un evento di altissimo profilo – è il commento del presidente dell’Ordine degli avvocati di Teramo, Antonio Lessiani – che vedrà la partecipazione dei rappresentanti di vertice delle associazioni interessate, Associazione Nazionale Magistrati e Camera Penale Nazionale, del governo e dell’accademia, e che rappresenta un’occasione imperdibile per partecipare a un confronto su alcuni dei temi strategici della politica e del diritto a livello nazionale”
https://www.teramonews.net/venerdi-a-teramo-convegno-sulla-riforma-della-giustizia/?fbclid=IwAR1HP7l1Tgw80EUEWnmIj3qS8VJfQ0olHUukar-YIenJeeKG3m44a2L_KCs

Venerdì, a Teramo, convegno sulla riforma della giustizia con il viceministro e i presidenti dell’Unione Camere penali e dell’Associazione nazionale magistratiL’evento, moderato dal giornalista del Corriere della Sera Goffredo Buccini, si svolgerà venerdì 1° marzo, alle ore 15, nell’aula...

Ecco, prima di dare lezioni di educazione civica all' Ungheria sarebbe meglio farsi un esame di coscienza:
24/02/2024

Ecco, prima di dare lezioni di educazione civica all' Ungheria sarebbe meglio farsi un esame di coscienza:

Il processo per maltrattamenti non era ancora concluso, ma la sentenza di condanna era già scritta. (ANSA)

18/02/2024

Ma tutti quelli che da anni usano la formuletta magica dei "due Stati" sanno di cosa parlano? I "due Stati" si è mai capito dove e come farli? Gerusalemme a chi andrebbe? Unire Gaza alla Cisgiordania significa spezzare in due Israele a meno che non ci sia la deportazione degli arabi da dove convivono con gli ebrei a Gaza o dalla Striscia ai territori. Quali sarebbero i confini? Facile ripetere le formulette magiche eh...

È bello quando qualcuno voglia dirsi italiano perché magari lo sente davvero. Brutto quando altri ne approfittano per da...
11/02/2024

È bello quando qualcuno voglia dirsi italiano perché magari lo sente davvero. Brutto quando altri ne approfittano per dare lezioni da quinta elementare

Indirizzo

Via G. Via Pigliacelli, 2
Teramo
64100

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 17:00
Martedì 09:00 - 17:00
Mercoledì 09:00 - 17:00
Giovedì 09:00 - 17:00
Venerdì 09:00 - 17:00
Sabato 09:00 - 17:00

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Pietro Ferrari pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a Pietro Ferrari:

Video

Condividi