Avvocato Valeria Di Cosmo

Avvocato Valeria Di Cosmo Informazioni di contatto, mappa e indicazioni stradali, modulo di contatto, orari di apertura, servizi, valutazioni, foto, video e annunci di Avvocato Valeria Di Cosmo, Avvocato e studio legale, Strada Mazzini 43, Parma.
(2)

Condivido il pensiero della Collega Fasciolo.Un buon avvocato non è quello che daragione a prescindere al proprio client...
14/02/2024

Condivido il pensiero della Collega Fasciolo.
Un buon avvocato non è quello che da
ragione a prescindere al proprio cliente, aggredisce la controparte, fa credere di avere la vittoria in tasca, ma quello che ti aiuta a raggiungere il miglior risultato e che previene le eventuali condotte rischiose!

10/02/2024

"Sull’iscrizione all’anagrafe dei figli di coppie omogenitoriali femminili che abbiano fatto ricorso a procreazione medicalmente assistita all’estero la corte d’Appello civile di Brescia prende una decisione opposta a quella presa dalla corte d’Appello di Milano.

I giudici bresciani hanno infatti respinto il reclamo con cui il Ministero dell’Interno voleva cancellare in un caso la madre intenzionale dall’atto di nascita sul quale nel 2023 l’aveva ammessa il Tribunale.

Mentre Milano si era arrestata di fronte all’assenza di una norma esplicita, Brescia sostiene che “la protratta inerzia del legislatore, pur dopo il severo monito nell’ormai lontano 2021 della Corte Costituzionale”, legittimi “una interpretazione evolutiva guidata dalla applicazione di principi costituzionali e sovranazionali” per “superare la mancata tutela dei figli”.
� Si tratta di un’interpretazione evolutiva “che non può bollarsi come sostitutiva del compito del legislatore, giacché il diritto vivente è appunto anche intervenire colmando lacune a fronte della inerzia protratta del legislatore”.� Questo “in attesa e anzi auspicando che il legislatore disciplini in modo organico la materia” per “meglio tutelare i diritti dei bambini”.

https://www.consiglionazionaleforense.it/deontologia #:~:text=La%20deontologia,avvocati%20e%20con%20altri%20professionis...
05/02/2024

https://www.consiglionazionaleforense.it/deontologia #:~:text=La%20deontologia,avvocati%20e%20con%20altri%20professionisti.

La deontologia Il Codice Deontologico Forense stabilisce le norme di comportamento che l'avvocato è tenuto ad osservare in via generale e, specificatamente, nei suoi rapporti con il cliente, con la controparte, con altri avvocati e con altri professionisti. Anche tramite il rispetto di tali norme d...

L'avvocato deve esercitare l'attività professionale con indipendenza, lealtà, correttezza, probità, dignità, decoro, dil...
20/01/2024

L'avvocato deve esercitare l'attività professionale con indipendenza, lealtà, correttezza, probità, dignità, decoro, diligenza e competenza, tenendo conto del rilievo costituzionale e sociale della difesa, rispettando i principi della corretta e leale concorrenza

L'Università di Padova chiede all’avvocato Giovanni Caruso, suo professore ordinario di Diritto Penale di dismettere la difesa di Filippo Turetta.
O no?

Post post. A seguito di molte segnalazioni pervenuteci, confermate da alcuni commenti di amici autorevoli, abbiamo constatato che in rete nessuna fonte ufficiale conferma che la prestigiosa università di Padova abbia chiesto al Prof. Caruso di rinunziare alla difesa di Torretta.
Si riscontrano invece soltanto una petizione on line fatta all'Università di Padova e alcuni post di pagine, utenti e blogger che riportano la circostanza.
Solo vox populi, dunque, ma non vox dei

Anche Capodilupo ha postato una errata corrige

Qui di seguito l'intervento di Elisabetta Capodilupo:

"Filippo Turetta, reo confesso dell'assassinio della sua compagna, Giulia Cecchettin, sta ponendo il solito problema che si affaccia ogni volta: un assassino ha diritto alla difesa?
Il primo istinto di ognuno è il classico "gettate la chiave", cioè sbattetelo in carcere e lasciatelo lì tutta la vita.
Umanamente può avere un senso.
Giuridicamente no.
Questa volta a sollevare la questione è addirittura - e questo mortifica tutti i giuristi - l'Università degli Studi di Padova, che ha chiesto al suo Professore di Diritto Penale di lasciare la difesa di Turetta.
Appare veramente spiazzante e mortificante che sia una Università a non capire la valenza di una difesa giudiziaria, che tende non solo alla rivendica dei diritti dell'imputato, ma soprattutto al controllo e all'impulso del processo, affinché si realizzi quello che definiamo un processo "giusto".
Ciò non certo solo nell'interesse dell'imputato, ma dell'intera società civile.
L'avvocato sta nel processo a guardia della corretta applicazione delle norme penali e processuali, perché alla fine nessuno possa dire che la condanna comminata sia frutto di deviazioni, preconcetti, desiderio di vendetta e non di giustizia, e quant'altro possa inquinare un verdetto.
La giustizia non è argomento solo dei colpevoli, ma di tutti e la sua corretta amministrazione deve interessare tutti.
Lasciare un cittadino solo davanti alla legge, non è regola di civiltà.
Dispiace doverci tornare ogni volta, ma purtroppo pare che il concetto non sia chiaro nemmeno laddove le regole del diritto vengono insegnate.
Ne abbiamo di strada da fare".

Non è una rivista di settore, ma forse è di più facile comprensione per chi non è del mestiere!
11/01/2024

Non è una rivista di settore, ma forse è di più facile comprensione per chi non è del mestiere!

Per l'assegno di mantenimento contano anche gli anni di convivenza, separazione e divorzio si fanno in un unico momento. E non solo questo nell'anno della guerra in tribunale fra Totti e Ilary Blasi e del contestato spot dell'Esselunga con la pesca

Secondo la giurisprudenza è offensivo tutto ciò che lede le qualità personali, morali, sociali, professionali, di un ind...
08/01/2024

Secondo la giurisprudenza è offensivo tutto ciò che lede le qualità personali, morali, sociali, professionali, di un individuo.

Differenza tra ingiuria e diffamazione su internet: quali offese online sono reato?

Sono sempre più numerosi i padri separatiche, consapevoli del peso che la figura paterna può avere nella vita di un figl...
17/11/2023

Sono sempre più numerosi i padri separati
che, consapevoli del peso che la figura paterna può avere nella vita di un figlio, rivendicano l'affido condiviso, il diritto di frequentare i figli con regolarità e la possibilità di svolgere il ruolo genitoriale in modo completo ed efficace. Di contro, si sta assistendo ad un proliferare di accuse infamanti, molte delle quali risultano poi essere false. E se alcune di queste sono attribuibili alla Sindrome della Madre Malevola, dettate cioè da un bisogno patologico della ex moglie di punire l'ex marito cercando di alienargli i figli, o alla Sindrome di Alienazione Genitoriale (PAS), altre invece sembrano rispondere ad una vera e propria strategia offensiva usata con superficialità e incoscienza nelle cause di divorzio. Pur di "vincere" non si tiene infatti conto dei danni che si possono arrecare ai figli, i quali si sentono sminuiti e umiliati all'idea di avere un padre indegno.

SIMILITUDINI sindrome madre malevole e alienazione genitoriale.Da Gardner a Turkat.Specifiche problematiche inerenti figli di genitori separati o divorziati

26/10/2023

𝐂𝐡𝐢𝐚𝐦𝐚𝐭𝐞𝐦𝐢 𝐚𝐯𝐯𝐨𝐜𝐚𝐭𝐨, 𝐚𝐥 𝐦𝐚𝐬𝐜𝐡𝐢𝐥𝐞

senza scomodare l'Accademia della Crusca e i massimi esperti della lingua italiana.
Non ho bisogno di una declinazione di genere per sentirmi tutelata/apprezzata/valorizzata/identificata.
Sono un avvocato, proprio come Giorgio, Roberto, Marco, Luca e tanti altri. Non ho bisogno di distinguermi facendo vanto di una 'A' quasi fosse una spilla sul petto.
Io sono una di loro, esattamente come loro.
In ambito professionale a nessuno deve interessare se sono donna o uomo. Se entro in tribunale con i mocassini o con le scarpe a spillo. Se porto la cravatta o metto il rossetto. Quando esercito la professione sono un avvocato, semplicemente, tutto il resto è pura ipocrisia.
Chiamatemi avvocato, per favore, che il termine avvocata suona tanto come una beffa o, ancor peggio, come un premio di consolazione.

di Federica Sanesi ❤️
Postato il 26 ottobre 2022

Sicuramente meno stress per legali e parti
18/10/2023

Sicuramente meno stress per legali e parti

La riforma Cartabia prevede che le coppie entrate in crisi possano presentare al giudice domanda congiunta e cumulativa per procedere sia con la separazione che con il divorzio

Non mi stancherò mai di dirlo!
17/10/2023

Non mi stancherò mai di dirlo!

Quando una raccomandata non consegnata per assenza del destinatario si considera ugualmente conosciuta e produce effetti?

03/10/2023

Nel 2006 il diritto alla bigenitorialità è stato sancito anche per legge. Con la legge 54 vennero, infatti, introdotti l'affidamento condiviso dei figli ed il principio della bigenitorialità, inteso come diritto del minore. La legge dice chiaramente che in caso di separazione dei genitori, il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale. Con la recentissima sentenza n. 23333/2023 della Suprema Corte ha ribadito il principio di diritto secondo cui "in materia di affidamento dei figli minori, il giudice deve attenersi al criterio fondamentale rappresentato dall'esclusivo interesse morale e materiale della prole, privilegiando quel genitore che appaia il più idoneo a ridurre al massimo il pregiudizio derivante dalla disgregazione del nucleo familiare e ad assicurare il miglior sviluppo della personalità del minore.
L'individuazione di tale genitore deve essere fatta sulla base di un giudizio prognostico circa la capacità del padre o della madre di crescere ed educare il figlio, che potrà fondarsi sulle modalità con cui il medesimo ha svolto in passato il proprio ruolo, con particolare riguardo alla sua capacità di relazione affettiva, di attenzione, di comprensione, di educazione, di disponibilità ad un assiduo rapporto, nonché sull'apprezzamento della personalità del genitore, delle sue consuetudini di vita e dell'ambiente che è in grado di offrire al minore".
La giurisprudenza è finalmente molto dura contro i genitori che con i loro comportamenti pregiudizievoli aumentano i disagi che derivano ai figli dalla disgregazione del nucleo familiare e hanno ribadito la correttezza della decisione del giudice di seconde cure che aveva revocato l'affidamento congiunto di due minori disponendone l'affido esclusivo al padre, alla luce dei gravi comportamenti materni.

Dal mio punto di vista ci sono separazioni normali e separazioni traumatiche, la differenza la fanno i protagonisti, dif...
27/09/2023

Dal mio punto di vista ci sono separazioni normali e separazioni traumatiche, la differenza la fanno i protagonisti, difatti, ci sono genitori protettivi e genitori “carnefici”. I primi affrontano questo momento mettendo in primo piano i figli proteggendoli e accompagnandoli in questa trasformazione, i secondi invece utilizzano i figli come strumento delle loro frustrazioni costringendo i figli ad assistere a scene traumatiche, alla denigrazione del genitore che ha fatto la scelta procurando così solo sofferenza nei minori. Ma molto spesso il problema è che la decisione di separarsi viene presa in ritardo quando oramai il rancore ha superato il Buon senso! E la colpa è soprattutto dei retaggi culturali che considerano ancora la famiglia del Mulino Bianco, felice fuori ma infelice nelle 4 mura come quella perfetta!

05/07/2023

PERCHE' ?
𝗟𝗮 𝘀𝘂𝗽𝗲𝗿𝗶𝗼𝗿𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗹𝗹'𝗮𝘃𝘃𝗼𝗰𝗮𝘁𝗼 𝘀𝘂𝗹 𝗴𝗶𝘂𝗱𝗶𝗰𝗲 𝗲̀ 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗮 ❤️
"Dove non giunge il pensiero dell'uomo, arriva l'amore. La superiorità dell'avvocato sul giudice è questa. Il giudice per definizione giudica, non ama. L'avvocato, al contrario, ama, non giudica. Ama anche se non se ne accorge. Non si può difendere senza amare. La difesa, proprio perché è il contrario dell'offesa, implica l'amore. Il giudice, alto sul suo stallo, guarda colui che deve giudicare da lontano. L'avvocato, collocato in basso, accanto a lui, lo guarda da vicino. Né si può star vicino ad uno sciagurato, senza vivere, molto o poco, la sua sciagura"
di Francesco Carnelutti "Vita di "

03/07/2023

Siamo lieti di invitarvi al convegno dal titolo: "CANNABIS LIGHT, DIRITTO PESANTE" organizzato da AGAP, AIGA Parma, e Camera Penale di Parma che si terrà il giorno venerdì 07 luglio 2023, presso l’Auditorium del Palazzo del Governatore, p.za Garibaldi – PARMA, dalle ore 15.00 alle ore 19.00 e che è stato accreditato presso l'Ordine degli Avvocati di Parma con il riconoscimento di n. 3 crediti formativi in materia non obbligatoria.
Per iscriversi, è necessario inviare una e mail a [email protected] o ad [email protected]

Lawyer & law firm

29/06/2023

Una recente sentenza della Cassazione obbliga l’ente titolare del credito ad accogliere l’istanza di sgravio presentata dal contribuente senza bisogno di avvocati.

È sempre bello vincere, ma quando superi certi scogli lo è ancor di più!
26/04/2023

È sempre bello vincere, ma quando superi certi scogli lo è ancor di più!

23/02/2023

Essere attivi su Internet significa nella maggior parte dei casi raccogliere dei dati personali e di navigazione degli utenti: ecco come rispettare la legge.

07/01/2023

La madre che si rende irreperibile per impedire al padre di vedere i figli rischia grosso

12/10/2022

Imposte e tasse: tutti i termini di prescrizione. Come far dichiarare la prescrizione e come annullare la cartella esattoriale.

19/05/2022

Quali sono i quesiti, cosa cambierebbero e cosa dicono sostenitori e oppositori in vista della consultazione prevista per il 12 giugno

07/06/2021

Come scoprire cosa contiene una lettera raccomandata sulla base del colore dell’avviso di giacenza e dei codici riportati sul cartoncino.

23/05/2021

Il datore di lavoro deve consegnare, all'atto del pagamento dello stipendio, un cedolino paga che riepiloga le ritenute operate sulla retribuzione lorda del dipendente.

13/05/2021

Arriva il bonus genitori separati e divorziati fino a 800 euro al mese

L'Avvocato Carlo Ioppoli, Presidente dell'ANFI A.N.F.I. - Associazione Nazionale Familiaristi Italiani -): "Una goccia nell'oceano che non risolve concretamente il problema"

Un assegno fino a 800 euro al mese per i genitori separati e divorziati, destinato a garantire la continuità del mantenimento.

È il nuovo aiuto in arrivo per le famiglie del decreto Sostegni, approvato dal Senato e ora alla Camera per la conferma definitiva

L'articolo 12-bis prevede, l'istituzione di un fondo (presso il Mef) per genitori separati o divorziati in difficoltà economiche che, a causa del , hanno "cessato, ridotto o sospeso la loro attività lavorativa".

Per i criteri e le modalità di erogazione del "bonus" bisognerà attendere il decreto attuativo, che dovrebbe intervenire entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge.



Fonte Plusplus24Diritto Il Sole 24 ORE articolo di Marina Crisafi

Read more on https://plusplus24diritto.ilsole24ore.com/private/default.aspx /37099425&DESC=NLgiornaliera&VERS=12052021

08/05/2021

Cosa fare per pagare il canone di locazione in misura ridotta?

01/05/2021

Gli animali domestici sono tutelati penalmente dall'abbandono compiuto dai loro proprietari. Tale condotta costituisce reato ed è punita con severità dai giudici.

14/03/2021

È possibile ottenere il rimborso dei pagamenti effettuati di cartelle stralciate ma solo se sussistono determinate condizioni. Vediamo quali sono

12/03/2021

Il giudice assolve una coppia uscita di casa durante il lockdown perché il Dpcm che vieta gli spostamenti è illegittimo per contrasto con la Costituzione.

Indirizzo

Strada Mazzini 43
Parma
43121

Telefono

+39 380 523 0994

Sito Web

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Avvocato Valeria Di Cosmo pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a Avvocato Valeria Di Cosmo:

Condividi


Altro Avvocato e studio legale Parma

Vedi Tutte