Avvocato Antichetti

Avvocato Antichetti Avvocato per professione e passione
(1)

Un'altra occasione utile per mettere al riparo i nostri anziani dall'allarme truffe.La politica di prevenzione continua....
31/01/2024

Un'altra occasione utile per mettere al riparo i nostri anziani dall'allarme truffe.
La politica di prevenzione continua.....vi aspetto numerosi.

Incontro organizzato da Cna nell’auditorium di via Carlo Donat Cattin

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=401606138931557&id=100072465223463&post_id=100072465223463_401606138931557
21/01/2024

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=401606138931557&id=100072465223463&post_id=100072465223463_401606138931557

"Il 15 gennaio 1921, 100 anni fa, veniva stampato “Troppi avvocati!” in cui Piero Calamandrei, con la sua penna fatata, ricordava a tutti l’essenzialita’ della funzione degli avvocati con queste parole: “In un sistema giudiziario inevitabilmente complicato com'è quello dei moderni Stati civili, la giustizia non potrebbe funzionare se non esistessero i professionisti legali; poiché le difficoltà del giudicare sarebbero enormemente accresciute, fino a costituire ostacoli in pratica insormontabili, quando il giudice, aboliti gli avvocati, fosse posto a contatto diretto coll'imperizia giuridica e colla mala fede delle parti in causa....Il professionista legale é un prezioso collaboratore del giudice, perché lavora in vece sua a raccogliere i materiali di lite, a tradurre in linguaggio tecnico frammentarie e slegate affermazioni della parte, a trar fuori da queste l’ossatura del caso giuridico e a presentarlo al giudice in forma chiara e precisa e nei modi processualmente corretti; onde in grazia di questo professionista paziente, che nel raccoglimento del suo studio sgrossa, interpreta, sceglie e riordina gli informi elementi fornitigli dal cliente, il giudice è messo in condizione di vedere a colpo, senza perder tempo, il punto vitale della controversia che è chiamato a decidere” (Post di Carlo Cipriani)

Notificare un atto giudiziario è una delle prime attività più delicate per incardinare correttamente un'azione giudiziar...
25/10/2023

Notificare un atto giudiziario è una delle prime attività più delicate per incardinare correttamente un'azione giudiziaria.
Effettuare una notifica è diventata ormai un'arte certosina che, in difetto di correttezza, fa cadere nella nullità un intero atto giudiziario. Prima di costituirsi in un giudizio, è importante verificare la sussistenza dei requisiti richiesti dalla legge per la validità della notificazione. In questo la Cassazione fa decisamente chiarezza.

L'avviso di ricevimento deve attestare l’assenza del destinatario, il rifiuto o assenza delle persone abilitate a ricevere l'atto, e indicare la qualifica di chi lo ritira (Cass. n. 28093/2023).

non mi faccio sentire da molto tempo in questa pagina.....ma l'attenzione è sempre alta e il lavoro assorbe molte energi...
08/09/2023

non mi faccio sentire da molto tempo in questa pagina.....ma l'attenzione è sempre alta e il lavoro assorbe molte energie.
Sesso, droga e resistenza a pubblico ufficiale sono, oggi, le tematiche più frequenti nelle aule di giustizia. Nella società attuale c'è davvero qualcosa che non funziona più!

Caparbietà e tenacia sono le peculiarità più ricorrenti che riscontro tra le mie colleghe donne . Adoro confrontarmi e s...
04/08/2022

Caparbietà e tenacia sono le peculiarità più ricorrenti che riscontro tra le mie colleghe donne . Adoro confrontarmi e scontrarmi con loro nelle aule giudiziarie: sono spesso delle controparti impegnative e stimolanti.

Il primo avvocato donna: Lidia Poet era il 9 agosto 1883

La sua iscrizione venne impugnata, l’estratto della decisione della Corte d’Appello di Torino declamava: “L’avvocheria è un ufficio esercitabile soltanto da maschi e nel quale non devono immischiarsi le femmine”.
Dopo la sentenza Lidia Poet rilascia una intervista al Corriere della Sera il 4 dicembre 1883 dove esclama ironicamente: “I miei avversari hanno un concetto assai strano delle loro mogli, delle loro sorelle, delle loro madri. Essi parlano sempre della donna come di cosa essenzialmente fragile.
Come potranno esse conservare con religione il segreto dei loro clienti negli oggetti litigiosi? Per tale cosa occorrono – capacità scientifica, intelletto civile, fortezza, longanimità, interesse, versatilità e libertà d’azione!
Tutte virtù che secondo loro sono interamente negate alla donna”
Lidia Poet riuscì a coronare la sua aspirazione solo nel 1919 all’età di 65 anni divenne il primo avvocato donna in Italia.

In un mondo dove la parità di genere porta avanti la sua battaglia e cerca il suo spazio, dove i comitati delle pari opp...
03/08/2022

In un mondo dove la parità di genere porta avanti la sua battaglia e cerca il suo spazio, dove i comitati delle pari opportunità fanno sentire la loro voce.....riflettiamo su questo bellissimo pensiero!

Grandi avvocati Paola Severino: Perchè le donne dietro e non vicino agli uomini?
Arrivata ai vertici della professione e dell’insegnamento universitario, riflette sulle difficoltà che le donne incontrano, ancora oggi, nel mondo del lavoro: “Ogni volta che, per la mia esperienza universitaria, un uomo mi chiede qualche nome di donne capaci, e io ne indico una, sento sempre la frase: ah, è vero, non ci avevo pensato.
Perché non ci pensano? È questo il problema.
Si sente spesso dire: dietro un grande uomo c’è sempre una donna intelligente. Perchè non si dice accanto o vicino invece che dietro?
E quando cominceremo a dire dietro una donna c’è sempre un uomo intelligente?
Perchè anche questo conta, eccome”.

PER DIMOSTRARE IL TRADIMENTO DEL CONIUGE POSSONO ESSERE REGISTRATE LE SUE CONVERSAZIONI TELEFONICHE CON L'AMANTE?❎❎❎ Se ...
22/06/2022

PER DIMOSTRARE IL TRADIMENTO DEL CONIUGE POSSONO ESSERE REGISTRATE LE SUE CONVERSAZIONI TELEFONICHE CON L'AMANTE?

❎❎❎ Se un coniuge scopre il tradimento di suo marito/moglie, può essere chiesta la separazione giudiziale dinanzi al Tribunale, con richiesta di addebito nei confronti del medesimo/a, a causa del tradimento avvenuto.

➡️➡️Nel caso in cui la sentenza di separazione fosse pronunciata con addebito nei confronti del coniuge infedele, significherebbe il riconoscimento, da parte del Tribunale, che la fine del matrimonio è avvenuta per colpa sua e avrebbe le seguenti conseguenze:
📍1) la condanna del coniuge “colpevole” alle spese legali del giudizio;
📍2) la perdita dei diritti successori del coniuge “colpevole” nei confronti dell’altro coniuge;
📍3) la perdita del diritto all’assegno di mantenimento del coniuge “colpevole”.

📌📌📌ATTENZIONE a non incorrere nel reato penale dell'art.615 bis c.p. ovvero ILLECITA INTERFERENZA NELLA VITA ALTRUI poichè è vietato registrare le conversazioni telefoniche di un soggetto nella sua privata dimora ove il registrante non sia presente. La legge, infatti, stabilisce che è legittimo registrare colloqui “in presenza” o conversazioni telefoniche in cui sia presente anche il registrante. In questo caso è considerata una forma di documentazione di quanto è avvenuto in un certo momento storico e non vi è necessità di autorizzazione preventiva del Giudice. Questo tipo di registrazione è utilizzabile in Tribunale: l’articolo 24 comma 1, lettera F) del codice della Privacy, infatti, prevede che il trattamento dei dati personali può prescindere dal consenso dell’interessato se esso avviene per svolgere investigazioni difensive di cui alla Legge 7.12.2000 n. 397 o per difendere un diritto in sede giudiziaria, per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento.

⚖️⚖️⚖️⚖️ con una sentenza emessa venerdì 17 giugno 2022, la Cassazione ha stabilito che L'AUDIO DELLA TELEFONATA CON L'AMANTE E' LEGITTIMO ED INCHIODA ALL'ADDEBITO.

📱📱💻💻 telefoni cellulari e computer sono un mezzo di prova schiacciante.....attenzione all'uso che ne fate.....e ricordate....L'AMORE E' ETERNO FINCHE' DURA!!!

AL REFERENDUM DEL 12 GIUGNO SI VOTANO 5 QUESITI SULLA GIUSTIZIA: PROVIAMO A FARE UN PO' DI CHIAREZZA.📍Si tratta di un re...
08/06/2022

AL REFERENDUM DEL 12 GIUGNO SI VOTANO 5 QUESITI SULLA GIUSTIZIA: PROVIAMO A FARE UN PO' DI CHIAREZZA.
📍Si tratta di un referendum ABROGATIVO e quindi ogni quesito propone di cancellare una parte di una legge o una legge intera già esistenti.
📍In sostanza si vota per decidere se lasciare tutto come è - e quindi il NO - oppure togliere e cancellare - e quindi il SI -.

⚖️1°QUESITO (scheda ROSA) è sull'abolizione della LEGGE SEVERINO: chi viene condannato in via definitiva per corruzione o altri gravi reati non può ricoprire incarichi di Governo e non può candidarsi o vincere le elezioni politiche ed amministrative. Chi si schiera dalla parte del SI dice che questa legge è dannosa perchè sospende i politici anche quando le sentenze non sono ancora definitive. Se vincesse il SI la legge sarebbe annullata del tutto consentendo anche a chi è condannato in via definitiva a rimanere in carica o di essere eletto a meno che non intervenga la magistratura. E questo è il timore per chi fa campagna per il NO.

⚖️2° QUESITO (scheda arancione) sulla limitazione delle MISURE CAUTELARI. Oggi la carcerazione preventiva - prima di una condanna - è consentita in questi casi: pericolo di fuga, inquinamento probatorio, reiterazione del reato. Se vince il SI il carcere preventivo non sarà più previsto per i reati meno gravi e per l'ipotesi di reiterazione del reato e quindi si metterà una persona in carcere anche se non è stata ancora condannata. Chi è a favore del SI sostiene che l'ipotesi di reiterazione del reato sia usata spesso a sproposito per trattenere gli indagati prima di una sentenza. Chi difende le ragioni del NO sostiene che anche per i reati meno gravi come truffa o crimini fiscali il rischio di ripetere il reato esista e quindi la custodia cautelare abbia senso.

⚖️3° QUESITO (scheda gialla) SEPARAZIONE DELLE FUNZIONI DEI MAGISTRATI. Nel corso della loro carriera i magistrati possono passare dalla funzione di P.M. (che rappresenta l'accusa) a quella di Giudice (che giudica ed è al di sopra delle parti). Il referendum propone di separare le due funzioni: a inizio carriera i magistrati dovrebbero scegliere uno dei due ruoli e mantenere sempre la stessa funzione. Chi è a favore del SI sostiene che il sistema sarebbe più efficiente ed equilibrato. Chi è contrario - e quindi NO - sostiene che la separazione potrebbe rendere più agevole il controllo della politica sui P.M. rendendoli stabilmente gli avvocati del Governo.

⚖️4°QUESITO (scheda grigia) VALUTAZIONE DEI MAGISTRATI. Esistono dei consigli giudiziari per valutare quello che fanno i magistrati. Sono composti da magistrati, avvocati e da una parte di professori universitari, la c.d. componente laica. I membri laici, però, ad oggi sono esclusi dalle valutazioni sui magistrati. Il referendum propone di includerli. Chi è per il SI sostiene che il risultato sarebbe un sistema di controllo più giusto per i magistrati che altrimenti si votano da soli. Chi è per il NO ritiene che il sistema funziona bene così.

⚖️5°QUESITO (scheda verde) ELEZIONE DEI MEMBRI TOGATI DEL CSM. Ad oggi un magistrato per candidarsi al CSM deve raccogliere almeno 25 firme di altri colleghi magistrati. Se vincesse il SI questo requisito verrebbe cancellato e, quindi, qualunque magistrato potrebbe liberamente candidarsi. All'interno dell'Associazione Nazionale Magistrati si sono, negli anni, create delle "correnti" ovvero gruppi di orientamento politico che possono influenzare decisioni su incarichi o trasferimenti. Chi vota SI vuole eliminare la regola delle 25 firme rendendo le candidature meno politiche e più neutrali. Chi si oppone, invece, - e quindi il NO - sostiene che il CSM andrebbe ristrutturato in maniera più complessa e cambiare solo questo aspetto non risolverebbe il problema delle correnti.

📌📌📌Ultimo punto IMPORTANTE: il risultato del referendum sarà VALIDO SOLO SE andrà a votare la META' DEGLI ITALIANI + 1 TRA GLI AVENTI DIRITTO, il c.d. QUORUM.

➡️➡️➡️ ricordate che il VOTO non è solo un diritto ma anche un dovere!!!!!!

❓❓❓❓Voi andrete a votare?

La polizia dice che se vedi un cane chiuso in una macchina quando fa molto caldo, devi fare una foto e poi rompere il fi...
31/05/2022

La polizia dice che se vedi un cane chiuso in una macchina quando fa molto caldo, devi fare una foto e poi rompere il finestrino. In questo modo non sarai accusato di danni criminali e la polizia avrà prove per portare i proprietari di questi cani ai tribunali.
" L' azione della rottura della finestra per salvare un animale è considerata legittima in base all'art. 54 del codice penale che, in questi casi, riconosce lo stato di necessità ".
Potreste copiare e incollare questa informazione?
L' estate sta arrivando 🐶🐕🐶🐕❤💙

12/05/2022

il 12 maggio 1974, si teneva in Italia il referendum abrogativo sulla legge del divorzio con il quale si chiedeva ai cittadini se volessero abrogare la L.1° dicembre 1970 n.898. Il NO per l'abrogazione passò con il 59,26% e ciò fu un duro colpo per la Democrazia Cristiana e per la Chiesa. Oggi la disciplina sul divorzio ha avuto evoluzioni e nuove interpretazioni, come d'altronde i rispettivi ruoli dei coniugi nel matrimonio. Ma soprattutto ciò che è cambiato è il ruolo della donna. .....E ne vedremo ancora delle belle!!!!!!

🚻🚻  SAI COS'E' L'ASSEGNO UNICO UNIVERSALE PER I FIGLI?Dal 15 marzo 2022 è in pagamento il nuovo assegno unico universale...
11/04/2022

🚻🚻 SAI COS'E' L'ASSEGNO UNICO UNIVERSALE PER I FIGLI?

Dal 15 marzo 2022 è in pagamento il nuovo assegno unico universale, che ha sostituito gli assegni familiari e le detrazioni fiscali Irpef per i figli. L’importo è parametrato all’Isee e la domanda va presentata all’Inps. L’accredito avviene sul conto corrente anziché, come avveniva in passato, con l’inserimento in busta paga dell’importo spettante.

📍📍Ma in caso di figli di genitori separati, o divorziati, a chi spetta l’assegno unico?

⚖️⚖️Il tema può essere fonte di contrasti perché la domanda per ottenere l’assegno può essere presentata distintamente da ogni genitore. Così, ad esempio, l’ex moglie può chiedere l’assegno unico per i figli minori, senza dover ottenere il consenso dell’ex coniuge.

Quindi l’assegno verrà erogato al genitore che farà per primo la domanda all’Inps.

Ma se l’altro genitore presenta a sua volta la domanda, l’importo spettante viene ripartito in pari misura tra i genitori. Questo dovrebbe riequilibrare la situazione, almeno da quel momento in poi.

⏺➡️TRE OPZIONI DI PAGAMENTO:

1) attribuzione dell‘intero importo in qualità di richiedente, dichiarando che tale scelta è avvenuta «in accordo con l’altro genitore»;

2) corresponsione dell’importo dell’assegno in misura ripartita al 50% tra i due genitori, dichiarando «di essere stato autorizzato dall’altro genitore ad indicare la modalità di pagamento della sua quota», quindi comunicando anche il suo Iban;

3) attribuzione dell’assegno al 50% in mancanza di accordo con l’altro genitore, indicando solo le modalità di pagamento della propria quota e lasciando all’altro genitore l’iniziativa di integrare la domanda per chiedere il residuo.

❌❌In caso di conflitto tra gli ex coniugi, è sempre opportuno precisare, nell’accordo di separazione o di divorzio o nella domanda giudiziale, i criteri e le modalità di attribuzione e ripartizione dell’assegno unico per i figli, anche perché questo aspetto incide sulla misura dell’eventuale assegno di mantenimento da riconoscere all’ex coniuge.

Bimba morta a Torino, il patrigno: “Stavamo giocando e la lanciavo in aria. Mi è scivolata dalle mani”.E' MORTA COSI' FA...
17/01/2022

Bimba morta a Torino, il patrigno: “Stavamo giocando e la lanciavo in aria. Mi è scivolata dalle mani”.

E' MORTA COSI' FATIMA, LA BIMBA DI 3 ANNI CHE LO SCORSO GIOVEDI' 13 GENNAIO E' PRECIPITATA DA UN PALAZZO DEL CENTRO DI TORINO.
Il patrigno 32enne fermato dalla polizia è stato tradotto in carcere con l’accusa di OMICIDIO VOLONTARIO CON DOLO EVENTUALE.
Il gip ha convalido l’arresto del marocchino risultato positivo al test di alcool e droga al momento dell'arresto: il giudice ha però riformulato l’ipotesi di reato, non più in omicidio volontario con dolo eventuale ma OMICIDIO COLPOSO.
Il DOLO c.d. eventuale si concretizza quando l’individuo non cerca di raggiungere l’evento criminoso, ma ritiene che sia seriamente probabile; la COLPA fa riferimento alla presenza di negligenza (omessa realizzazione di un’azione doverosa), o imperizia (carenza di conoscenze necessarie o abilità nello svolgimento di attività tecniche o professionali), o imprudenza (disattendere un divieto o direttive di comportamento), ovvero inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline, ossia quanto il comportamento del soggetto si discosta dal modello di condotta imposto da regole di diligenza, perizia, o prudenza.
È importante sottolineare che questa distinzione delinea la linea di confine di responsabilità penale.
Tradotto in termini concreti di pena cosa significa?
OMICIDIO VOLONTARIO con dolo eventuale la pena va da 21 anni all'ergastolo : considerati gli sconti di pena per attenuanti o scelta di un rito alternativo, come per esempio l'abbreviato, si può arrivare fino a 12 anni.
OMICIDIO COLPOSO la pena va da 6 mesi a 5 anni : considerati gli sconti di pena per attenuanti o scelta di un rito alternativo, come per esempio l'abbreviato, si può arrivare fino a soli 6 mesi.

Il Gip di Torino sostiene - così si legge nella sua ordinanza - che il patrigno "non voleva far del male, ma ha commesso una negligenza inaccettabile e ingiustificata. Ha confidato in maniera strabica e criminale nelle sue inesistenti capacità di controllo e se si fosse adeguato a elementari regole di cautela avrebbe evitato una tragedia umana senza eguali» .
In queste poche e GELIDE righe emerge netta quella linea di confine tra DOLO eventuale e COLPA.
La morte di una bambina di tre anni verrà quindi pagata con non più di due anni di reclusione!

CONVIVENZA DI FATTO👫👫 Per convivenza di fatto si intende la condizione di "due persone maggiorenni unite stabilmente da ...
27/10/2021

CONVIVENZA DI FATTO

👫👫 Per convivenza di fatto si intende la condizione di "due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un'unione civile".
La normativa di riferimento è la legge 20 maggio 2016, n. 76 "Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” .
L’unico articolo consta di 69 commi così suddivisi:
• dal comma 1 al comma 35 sono regolamentate le unioni civili tra persone dello stesso sesso;
• dal comma 36 al comma 65 sono regolamentate le convivenze di fatto, riguardanti sia coppie omosessuali che eterosessuali.

👉👉Una differenza che vale la pena sottolineare è quella tra conviventi di fatto e coppie di fatto:
✍️i primi, affinchè possano esercitare i diritti e doveri, dovranno formalizzare la loro unione presso il Comune di residenza attraverso alcuni documenti necessari per la dichiarazione di convivenza di fatto tra cui la carta di convivenza e il contratto di convivenza, ovvero un’autocertificazione che dichiara il legame affettivo e lo stato di conviventi dei due partners.

✍️ i secondi sono quelle coppie composte da persone che convivono e che hanno deciso di non formalizzare la loro unione con il matrimonio e neanche registrandosi in comune al fine di dare luogo a una convivenza di fatto riconosciuta da parte della legge.

Pertanto, solo ai CONVIVENTI di FATTO sono riconosciuti diritti e doveri di natura morale e materiale come, per esempio, in caso di malattia o di ricovero, i conviventi di fatto hanno diritto reciproco di visita, di assistenza nonché di accesso alle informazioni personali, secondo le regole di organizzazione delle strutture ospedaliere o di assistenza pubbliche, private o convenzionate, previste per i coniugi e i familiari. Inoltre, ciascun convivente di fatto può designare l’altro quale suo rappresentante con poteri pieni o limitati
• in caso di malattia che comporta incapacità di intendere e di volere, per le decisioni in materia di salute;
• in caso di morte, per quanto riguarda la donazione di organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie.

Per quanto riguarda i rapporti patrimoniali, questi possono essere disciplinati e regolati con apposito contratto di convivenza redatto presso un Notaio o da un Avvocato.

Dichiarazioni/autocertificazioni di convivenze di fatto e sottoscrizione di contratti di convivenza stanno prendendo sempre più campo. Da parte del nostro Ordinamento c'è sempre più apertura a tutti quei rapporti di coppia che non abbiano necessariamente il sigillo del matrimonio.

🚢🚢🚢🚢   DANNO DA VACANZA ROVINATA  ✈✈🚂🚂🏖🏝🏔 Sono da poco finite le vacanze estive e, non infrequentemente, accade di dover...
22/09/2021

🚢🚢🚢🚢 DANNO DA VACANZA ROVINATA ✈✈🚂🚂

🏖🏝🏔 Sono da poco finite le vacanze estive e, non infrequentemente, accade di dover ricorrere ad azioni legali per ottenere il risarcimento di quella che doveva essere una vacanza da sogno e che invece si è rivelata un fallimento, una delusione addirittura, a volte, un incubo.

☀️☀️ La VACANZA non rappresenta solo una evasione dal lavoro, dalla città o dagli impegni quotidiani, ma anche un traguardo di soddisfazione costruito e maturato durante un intero anno di fatiche lavorative e sacrifici economici. Alla vigilia di una partenza sono, infatti, altissime le aspettative del viaggio e la riuscita della vacanza. Ciò significa che non poter godere pienamente della propria occasione di piacere rappresenta un vero e proprio pregiudizio economico e psicologico arrecato al turista. Proprio per questo, infatti, si tratta di una tipologia di danno che contempla non solo la perdita patrimoniale (ad es. esborso dei costi sostenuti), ma anche e soprattutto quella non patrimoniale, configurandosi cioè nella perdita di un’occasione di relax a causa della vacanza non riuscita.

😒😒 ll danno da vacanza rovinata, quindi, costituisce una specie particolare rispetto ai danni alla persona. In sostanza, le occasioni di svago e di relax sono fatte rientrare negli interessi non patrimoniali, risarcibili ai sensi dell’art. 2059 c.c. che ammette il risarcimento di qualunque lesione non economica posta a tutela dei diritti costituzionalmente garantiti.

🚉✈️🚕🛳 Il risarcimento del danno da vacanza rovinata deve essere richiesto direttamente all'agenzia o al tour operator che ha venduto il pacchetto. Non va richiesto al gestore dell'albergo, della struttura o degli impianti nei quali si è verificato il disservizio, né alla compagnia di trasporti:
👉 entro 10 giorni dal rientro, nel caso di difformità o disservizi, è necessario formalizzare un reclamo con richiesta di rimborso a mezzo lettera raccomandata a.r. o pec indirizzata all’agenzia di viaggi, al tour operator e per conoscenza all’Unione Nazionale Consumatori;
👉 conservare, in ogni caso, il catalogo, la documentazione di viaggio e la documentazione comprovante l’eventuale inadempimento del tour operator;
👉la richiesta di risarcimento, tuttavia, si prescrive in un anno dal rientro dalle vacanze, termine entro il quale sarà possibile adire il Tribunale competente per i danni derivanti dall’inesatto adempimento o inesatta esecuzione della prestazione.

💶💶💶 Per ciò che attiene la quantificazione del danno, l’orientamento condiviso ed adottato anche dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea, deve avvenire in senso equitativo, ossia secondo la discrezionalità del Giudice, il quale dovrà necessariamente tenere conto di alcuni elementi importanti, quali l’irripetibilità del viaggio, il valore soggettivo attribuito alla vacanza dal consumatore e lo stress subito a causa dei disservizi.

☀️☀️☀️☀️ ✈️✈️✈️✈️🛳🛳🛳🛳🚉🚉🚉🚉🚉☀️☀️☀️☀️

https://vm.tiktok.com/ZMdw4WLqn/         facciamoci due risate anche se, purtroppo, è la verità!!!!!
06/08/2021

https://vm.tiktok.com/ZMdw4WLqn/ facciamoci due risate anche se, purtroppo, è la verità!!!!!

Amelia Navarra () ha creato un video breve su TikTok col brano suono originale. | il sistema è 'criminogeno'... la fotografia dell'Italia | 😳🤐😳 | AGGHIACCIANTE! | TANTO VALE LA VITA DI UN ESSERE UMANO...

Assegno di mantenimento all'ex coniuge💔  Nel corso di una separazione è ricorrente che il coniuge economicamente più deb...
28/07/2021

Assegno di mantenimento all'ex coniuge

💔 Nel corso di una separazione è ricorrente che il coniuge economicamente più debole avanzi richiesta -finanche a pretendere- l'assegno di mantenimento. Trattasi di un tema delicato e scottante, di continuo interesse ed evoluti giudizi da parte della Suprema Corte.
⚖️⚖️ Già con le famose e rivoluzionarie sentenze del 10 maggio 2017 n.11504 (nota alle cronache come la "sentenza Berlusconi) e la sentenza n. 11.07.2018 n. 18287 , ancora oggi la Cassazione ribadisce con ordinanza n. 20866 del 21.07.2021 quali siano i presupposti per il riconoscimento- sia nell'an che nel quantum- al diritto all'assegno di mantenimento in favore del coniuge che non lavora.
⚠️⚠️ Posto come premessa che l'occupazione professionale determina in ogni individuo non solo autonomia e indipendenza ma, soprattutto, dignità e gratificazione personale, si rende oltremodo necessario che un soggetto ritenuto sano, abile al lavoro, dotato di mansioni e qualifiche professionale si adoperi alla ricerca di un'attività lavorativa.
💲💲 Laddove il coniuge richiedente l'assegno vanti attitudini al lavoro, anche solo potenziali e/o ipotetiche (per es. titoli di studio, esperienze professionali pregresse, capacità fisiche e/o intellettuali a determinate mansioni) DEVE, affinchè la propria richiesta venga accolta, dare prova di essersi data animo nella reperibilità di un lavoro, di non aver escluso nulla nè aver rifiutato alcunchè. DEVE, pertanto, dimostrare che il mancato successo in una occupazione professionale non dipenda da cause ad essa imputabili. Addirittura grava sulla parte richiedente dimostrare l'esistenza di una condizione personale, patrimoniale e reddituale che giustifichi la richiesta del beneficio e il tenore di vita goduto in costanza di matrimonio.
⚖️⚖️⚖️⚖️ Ancora una volta la Suprema Corte rinnova e rafforza il concetto che l'inerzia di un coniuge a non attivarsi nella ricerca di un lavoro non può ricadere sulle sorti dell'altro coniuge. La Corte di Cassazione, in linea con l'evoluzione dei tempi e dell'attuale contesto storico e sociale, tende a condannare ogni atteggiamento parassitario di un coniuge a danno dell'altro.

Vorrei tornare sull'argomento degli animali - tema a me molto caro- e sulle regole della vita condominiale .🏠🏠La legge 2...
16/07/2021

Vorrei tornare sull'argomento degli animali - tema a me molto caro- e sulle regole della vita condominiale .

🏠🏠La legge 220/2012 sulla riforma del Condominio ha modificato in maniera importante la normativa che concerne il possesso di animali domestici all’interno di un condominio. Innanzitutto, dopo la riforma, i regolamenti condominiali non devono più vietare ai singoli condòmini di tenere un pet nel proprio appartamento (nuovo articolo 1138 del codice civile, ultimo comma).

🐕🐈Lo scopo della nuova legge é quello di non inibire la scelta personale di chi vuole coabitare con un animale domestico, quale vero e proprio componente della propria famiglia.
Chiarito che non si può precludere il possesso di animali negli appartamenti dei singoli condòmini, occorre comunque sottolineare che la loro presenza non può essere senza regole: bisogna ovviamente rispettare gli spazi e i diritti altrui.
La mancanza di rispetto e la violazione delle regole sulla tenuta di un animale può configurare reato penale.

🗣🗣🗣 Infatti, non impedire i rumori causati da animali che disturbano le occupazioni o il riposo dei vicini costituisce un reato punibile con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a € 309 (art.659 c.p.).

09/07/2021

Nel periodo estivo aumentano episodi di abbandono degli animali.
📌📌📌E' bene ricordare che tale condotta non è solo riprovevole moralmente ma è anche REATO PENALE.
👩‍🎓L'art. 727 c.p. punisce chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività con la pena dell'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro.
Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.
👀 La Corte di Cassazione ha affermato che il reato di abbandono di animali comprende non solo tutti quei comportamenti dell’uomo che offendono il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali – destando ripugnanza per la loro aperta crudeltà – ma anche quelle condotte che incidono sulla sensibilità dell’animale, producendo un dolore.
🦊🐕 Sappiate e ricordatevi che gli animali tutti, di ogni genere e specie, sono ESSERI VIVENTI. Il male che può esser loro provocato non è solo fisico ma anche psicologico.
🏖🏝🏜 Buone vacanze a tutti con i vostri amici a quattro zampe!!!!!

10/06/2021

D.L. 79/2021 ASSEGNO UNICO PER I FIGLI ANCHE AI PROFESSIONISTI
Dopo appena 2 giorni lavorativi dall’annuncio del Governo di venerdì scorso 4 giugno 2021 che sarebbe stato emanato un decreto legge per l’immediata attribuzione dell’assegno unico per i figli, la Gazzetta ufficiale n. 135 ha pubblicato il Decreto Legge n. 79, del 8 giugno 2021, contenente “Misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori”, ovvero la disciplina transitoria in materia di assegno unico per i figli.
Questa disciplina transitoria vale per il secondo semestre 2021, ed è applicata a tutte le famiglie che non possono godere dell’assegno familiare, che è storicamente riservato ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, ai sensi dell’art. 2 del D.L. 69/88.Questo nuovo decreto si rivolge quindi ai lavoratori autonomi, ai professionisti, e ai disoccupati. Va però subito detto che il valore dell’assegno unico per i figli si assottiglia molto con il crescere del livello Isee, e si ferma, già con 40.000 euro, per le famiglie con 1 o 2 figli, a 30 euro mensili per figlio, che diventano 40 euro per i nuclei che hanno 3 o più figli. La domanda andrà presentata all’Inps in modo telematico, secondo le modalità che l’Istituto previdenziale stesso comunicherà entro il 30 giugno. Ci si potrà anche rivolgere ai patronati, che provvederanno a presentare la domanda all’ente previdenziale per conto del richiedente. Come lascia intendere l’art. 3 del D.L. 79/2021, non c’è fretta nel presentare le domande, in quanto viene specificato che quelle presentate entro il 30 settembre, consentiranno di ottenere l’assegno unico per i figli a partire dal 1° luglio, e quindi di incassare gli eventuali arretrati.
Per ottenere questo assegno, che è mensile, e limitato temporalmente agli ultimi 6 mesi del 2021, occorre rispettare tutte le seguenti condizioni, che sono illustrate dall’art. 1 del D.L. 79/2021:
1) essere cittadino dell’Ue, o un familiare di un cittadino dell’Ue, o cittadino extracomunitario con permesso di soggiorno (di lungo periodo, o per lavoro o ricerca per almeno 6 mesi);
2) essere residente in Italia da almeno 2 anni, o essere titolare di un contratto di lavoro per almeno 6 mesi;
3) pagare le imposte (Irpef) in Italia;4) avere un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) inferiore a 50.000 euro annui (come risulta dalla tabella 1 allegata al decreto).
L’importo dell’assegno mensile per ciascun figlio dipende da 2 fattori:
a) il livello di Isee (che deve essere inferiore a 50.000 euro);
b) il numero di figli, essendo previste due tipologie di famiglie, ossia fino a 2 figli, e da 3 figli in su. L’importo dell’assegno mensile per ciascun figlio va da un massimo di 218 euro, nel caso di un nucleo con 3 o più figli, e un Isee inferiore a 7.000 euro l’anno, che diventa 167 euro in caso di famiglia con 1 o 2 figli, fino a un minimo di 30 euro (per nuclei con 1 o 2 figli) e di 40 (per famiglie con 3 o più figli), che si ha quando il livello Isee raggiunge 40.000 euro l’anno. Di conseguenza i cittadini che hanno un Isee tra 40 e 50mila euro ricevono un assegno dello stesso importo. Se il valore dell’assegno mensile può sembrare poco consistente, va tenuto presente che con un’unica domanda, che si applica per l’intero secondo semestre 2021, si può ottenere da un massimo di 1.307 euro per figlio, ad un minimo di 180 euro. Per una famiglia con 3 figli, e un Isee inferiore a 7.000 euro, si arriva a circa 4.000 euro (per i 3 figli). Inoltre, l’importo mensile va maggiorato di 50 euro al mese per ciascun figlio, in caso che questo presenti delle disabilità.
L’Inps ha in dotazione, per la liquidazione degli assegni unici (temporanei) per i figli per il secondo semestre 2021, 1,58 miliardi di euro, e quindi non si può escludere che le domande pervenute per ultime non siano soddisfatte. L’assegno verrà pagato mediante bonifico, e in caso di affido condiviso di minore con genitori separati, verrà accreditato per metà a ciascun genitore.
Il D.L. 79/2021 precisa poi che:
1) l’importo dell’assegno non concorre alla formazione del reddito imponibile (art. 3);
2) l’assegno è compatibile con il reddito di cittadinanza, e con altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle Regioni o dagli enti locali, e quindi è cumulabile a queste misure di welfare (art. 4).
L’art. 5 offre soddisfazione anche agli attuali percettori di assegni familiari (dipendenti e pensionati), i quali vedranno aumentare nel secondo semestre 2021 l’importo dell’assegno familiare nella misura di 37 euro per figlio, se il nucleo ha fino a 2 figli, e di 55 euro per le famiglie con 3 o più figli. Per questo aumento del tradizionale assegno familiare sono stanziati ulteriori 1,39 miliardi di euro.

Indirizzo

Via Guido Monaco 92
Arezzo
52100

Telefono

+39057523717

Sito Web

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Avvocato Antichetti pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a Avvocato Antichetti:

Condividi

Studi Legali nelle vicinanze


Altro Arezzo studi legali

Vedi Tutte

Potrebbe piacerti anche