SNA Alessandria

SNA Alessandria Il sindacato ha un'importanza fondamentale nella vita di ogni intermediario, al fine di tutelarlo e
(5)

Sna - Un secolo di storia
Quasi un secolo fa, era il 1919, alcuni lungimiranti colleghi decisero di fondare l’Associazione fra gli Agenti di Privati Istituti di Assicurazione, che cambiò poi il proprio nome in Associazione Nazionale Agenti (ANA). Lo fecero certamente con motivazioni differenti da quelle che, con successive evoluzioni, sono oggi diventate le ragioni dell’esistenza del Sindacato Naz

ionale Agenti o SNA, come si chiama, dal 1973, la storica e più rappresentativa associazione di categoria degli agenti di assicurazione italiani. La rappresentanza della categoria in ogni sede istituzionale e di settore, la tutela degli interessi e dei diritti degli agenti, l’assistenza ed i servizi ai propri iscritti sono fra gli scopi statutari di SNA, che raggruppa oltre 7.000 iscritti fra i circa 20.000 agenti italiani. Il Sindacato è radicato sul territorio, con 120 Sezioni Provinciali e 20 Comitati Regionali, che costituiscono la spina dorsale dell’organizzazione; inoltre accredita 40 Gruppi Aziendali Agenti, che svolgono attività di tutela per gli aspetti legati ai rapporti degli agenti con le singole imprese e sono rappresentati nel Sindacato dal Comitato dei Gruppi Aziendali Agenti. In oltre novant’anni di storia SNA ha difeso e rappresentato gli interessi degli agenti di assicurazione italiani in tutte le sedi, ottenendo nel 1961 un accordo nazionale di categoria e una Cassa di Previdenza Agenti obbligatori per legge. Ha inoltre costituito nel 1973, con l’ANIA, la Cassa Pensione Agenti, ora Fondo Pensione Agenti. Ha stipulato accordi nazionali di categoria e contratti collettivi di lavoro con le rappresentanze sindacali dei dipendenti di agenzia. Per assicurare alla categoria una maggior tranquillità economica per la quiescenza, ha ottenuto dall’INPS l’inclusione degli agenti nella Cassa Mutua Malattia Commercianti. E' inoltre un attivo membro da oltre 40 anni del Bipar, la confederazione europea con sede a Bruxelles che rappresenta gli intermediari di assicurazione presso l’Unione Europea e le organizzazioni ed autorità internazionali. La presidenza dell’importante Commissione Permanente Agenti del Bipar è affidata al rappresentante dello SNA. Dagli anni ’80 il Sindacato Nazionale Agenti aderisce alla Confcommercio. La partecipazione dei soci alla vita del Sindacato avviene attraverso le Assemblee Provinciali. E’ a partire dalle Sezioni Provinciali, infatti, che vengono costituiti gli altri organi sindacali, quelli della partecipazione delegata: i Presidenti Provinciali partecipano al Comitato Centrale ed al Congresso Nazionale e sono sempre le Assemblee Provinciali ad esprimere ulteriori delegati al Congresso e ad eleggere i Coordinatori Regionali i quali, a loro volta, compongono il Consiglio Direttivo. Il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione è guidato dal Presidente Nazionale, il quale presiede l'Esecutivo Nazionale e si avvale di due Vicepresidenti. La comunicazione è affidata alla testata web “Snachannel” (www.snachannel.it), ad una newsletter ed al periodico cartaceo di approfondimento “L’Agente di Assicurazione”. Alcune collaborazioni con testate del settore permettono al Sindacato di amplificare ulteriormente la propria voce. SNA ha un proprio sito internet (www.snaservice.it), che funge da supporto operativo alle attività istituzionali e contiene un ricco archivio documentale a disposizione degli iscritti. La Direzione, SNA offre agli iscritti un’ampia gamma di servizi di consulenza amministrativa e gestionale, fiscale, legale e giuridica. L’elevata qualità dei servizi è assicurata da personale interno specializzato, che opera con il supporto di diversi professionisti esterni convenzionati

La stessa struttura garantisce un servizio di orientamento in tema di iscrizione al RUI, di avvio e cessazione di rapporti d’agenzia, di interpretazione dei contratti d’agenzia e di quelli con i dipendenti e collaboratori, nonché sulla legislazione del settore. SNA, naturalmente, presta assistenza agli agenti iscritti in caso di vertenze con le imprese o con i collaboratori. Il Sindacato, da alcuni anni, si avvale della società di servizi SNAS srl, della quale è socio unico. SNAS assicura ulteriori servizi agli agenti mediante la stipulazione di convenzioni in ogni settore che possa offrire opportunità e vantaggi. SNAS è anche un’agenzia di assicurazioni, iscritta al RUI, che ha come obiettivo quello di offrire ai propri iscritti l’opportunità di operare in regime di collaborazione “A con A”, secondo le previsioni della legge 221/2012. Iscriversi al Sindacato Nazionale agenti è un’opzione irrinunciabile per l’agente professionista che vuole essere adeguatamente rappresentato, tutelato, assistito, protetto. Le strutture Provinciali e gli uffici di Milano e Roma, i cui recapiti sono accessibili dall’apposita sezione del sito internet www.snaservice.it, sono a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione. Le iscrizioni possono essere perfezionate anche tramite l’apposita pagina dello stesso sito.

04/05/2024

Il presidente del Sindacato nazionale agenti, durante l’ultimo comitato centrale, ha ricordato come lo Sna abbia esposto formalmente la questione all’Ivass, fornendo una «copiosa» documentazione a supporto, grazie al «fondamentale» contributo degli agenti iscritti al sindacato e di tre presi...

30/04/2024

www.snachannel.it
Snas Srl, Emiliano Ortelli eletto nuovo Presidente. Nella squadra anche Maurizio Ragni e Marcello Bazzano. Il saluto di Paolo Soravia, per anni alla guida del sodalizio
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/notiziario-sna/snas-srl-emiliano-ortelli-eletto-nuovo-presidente-nella-squadra-anche-maurizio-ragni-e-marcello-bazzano-il-saluto-di-paolo-soravia-per-anni-alla-guida-del-sodalizio

MILANO - Il Consiglio di amministrazione di Snas Srl, Società di servizi del Sindacato nazionale ngenti, nominato nella recente Assemblea del Socio Unico, nelle persone dei colleghi Emiliano Ortelli, Maurizio Ragni e Marcello Bazzano, tutti componenti in carica dell’Esecutivo Nazionale Sna, ha eletto il nuovo presidente.
Sarà Emiliano Ortelli, 55 anni, presidente della sezione Provinciale Sna di Milano a ricoprire la carica di verticedel CdA della società di servizi del Sindacato, succedendo a Paolo Soravia.
“Il mio primo pensiero - ha dichiarato il neo presidente - è rivolto a Paolo Soravia, instancabile ed ammirevole collega, per il grande lavoro svolto, spesse volte poco visibile ma di enorme importanza per gli associati, nella rappresentanza legale della nostra società di servizi. In questo delicato incarico - ha aggiunto Ortelli - sarò affiancato da colleghi che stimo e che conosco da anni, con cui lavoro fianco a fianco in Esecutivo Nazionale, per cui sono onorato della loro fiducia e disponibilità nella conduzione dell’organo di governo di Snas Srl. Mi riferisco agli amici Maurizio Ragni e Marcello Bazzano, con cui sono certo svilupperemo il miglior servizio in favore del Socio Unico Sna e di tutti gli iscritti al sindacato”.
La società di servizi del Sindacato ha lo scopo, tra gli altri, della gestione economica di molte delle attività commerciali di Sna, oltre ad essere una società agente di assicurazione iscritta al RUI, con mandati diretti di Cgpa Europe S.A. e Metlife Europe Designated Activity Company. In particolare, per il tramite di Cgpa viene svolta la distribuzione delle polizze Rc Professionali, con adesione in forma singola, in favore degli iscritti al Sindacato.
Sarà compito del nuovo organo di governo della società, rappresentare al meglio gli interessi del socio unico e di tutti gli iscritti Sna nel prossimo triennio, che potrà contare sulla presenza della risorsa amministrativa Katrin De Villa.
Rimangono invariate le modalità di contatto con la società di servizi:
mail: [email protected]
Tel.: 800 200 215 / 350 5639489
La Redazione

****************

LA LETTERA DEL PRESIDENTE USCENTE PAOLO SORAVIA AGLI ISCRITTI SNA
Nel lasciare l'incarico di Presidente della Snas Srl, ricoperto per oltre dodici anni, Paolo Soravia ha voluto rivolgere un saluto agli iscritti e ai dipendenti del Sindacato.

Gentili colleghe e colleghi e cari dipendenti Sna.
Dopo molti anni di attività per il Sindacato nazionale agenti il socio unico di Snas Srl ha legittimamente chiamato altri colleghi a sostituirmi nei vari ruoli della società di servizi. È arrivato perciò il momento di salutarvi augurandovi buona continuazione nel quotidiano lavoro e nei vostri compiti in Sna.
Dal primo agosto 1990, infatti, quando ho assunto l’incarico di agente ho fatto di Sna la mia seconda casa, rivestendo più volte l’incarico di Presidente Provinciale durate la Presidenza Nazionale di Tristano Ghironi, sono stato anche componente di alcune commissioni di lavoro con l’indimenticato Lucio Modestini, due volte componente dell’Esecutivo Nazionale, Presidente del CdA di Snas Srl, e Delegato dell’agenzia assicurativa di Snas. Ho svolto con grande passione tutti gli incarichi ricevuti, soprattutto quelli a favore dei colleghi e delle popolazioni abruzzesi e dell’Emilia Romagna colpite dai terremoti che si sono succeduti nel tempo. Ho sempre guardato al possibile miglioramento culturale, professionale ed economico dei nostri soci, delle loro famiglie e dei loro dipendenti. Non desidero dunque prolungare oltre misura questo saluto che termino con una storica citazione di Giuseppe Di Vittorio:
“Io non sono, non ho mai preteso, né pretendo di essere un uomo rappresentativo della cultura. Io credo di essere rappresentativo di quegli strati profondi delle masse popolari più umili e più povere che aspirano alla cultura, che si sforzano di studiare e cercano di raggiungere quel grado del sapere che permetta loro non solo di assicurare la propria elevazione come persone singole, di sviluppare la propria personalità, ma di conquistarsi quella condizione che conferisce alle masse popolari un senso più elevato della propria funzione sociale, della propria dignità nazionale e umana. La cultura non soltanto libera queste masse dai pregiudizi che derivano dall'ignoranza, dai limiti che questa pone all'orizzonte degli uomini: la cultura è anche uno strumento per andare avanti e far andare avanti, progredire e innalzare tutta la società nazionale”.
I tempi sono cambiati, ma resta questa riflessione che faccio mia!
Cordiali saluti a tutti.
Paolo Soravia

17/04/2024

Giovedì 18 e venerdì 19 aprile si terrà all’Hotel Parma & Congressi (via Emilia Ovest, 281/A) “Generazione F: , e per un futuro finanziario e assicurativo più sostenibile”. Un evento corale, a cui prenderanno parte in maniera attiva tutti gli attori della filiera: i professionisti del mondo bancario e assicurativo, gli esperti di e di altre associazioni di consumatori e i cittadini.

Ti aspettiamo!
Per informazioni chiamaci al numero 392.3475969

̀

11/04/2024

www.snachannel.it
Al via l’89° Comitato Centrale Sna, un momento fondamentale della vita sindacale
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/testo-foto-copertina/89-comitato-centrale-sna

MONTECATINI TERME - A distanza di circa vent’anni dall’ultima volta a Montecatini Terme, ha preso il via stamattina (10 aprile, ndr) l’89° Comitato Centrale Sna, un momento estremamente importante per la vita sindacale del Sindacato nazionale agenti, presieduto dal Coordinatore regionale Franco Domenico Staglianò. Sono infatti riunite le massime cariche dei quadri sindacali, per approvare il bilancio consuntivo 2023 e preventivo 2024, nonché per discutere sugli argomenti di maggior interesse del momento, che saranno esposti nella relazione del Presidente Claudio Demozzi, sulla quale si aprirà il dibattito sindacale.
Dopo il saluto iniziale del Sindaco di Montecatini Terme Luca Baroncini, parteciperanno in videocollegamento l’Europarlamentare Irene Tinagli, Presidente dell’Econ, la Commissione Problemi Monetari del Parlamento Europeo a cui è assegnata la gestione dei lavori per la riforma della IDD, l’on. Andrea De Bertoldi, primo firmatario del disegno di Legge
sulla tutela della figura professionale degli Agenti di Assicurazione e l’on. Paolo Barelli Componente della X Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo, dimostratosi determinante nella risoluzione della vertenza Enasarco.
Durante i lavori interverranno Marco Festelli Presidente della Confconsumatori, Gabriele Melluso Presidente Assoutenti e Stefano Mannacio Responsabile Assicurativo sempre di Assoutenti. A seguire i funzionari del BPER Banca Elisa Belfiori e Daniele Pedrazzi presenteranno la convenzione stipulata con il Sindacato.
Nel pomeriggio è prevista la presentazione della borsa di studio istituita dal Sindacato presso l’Università Cattolica di Milano intitolata alla memoria del collega Lucio Modestini e in chiusura della giornata il saluto del Segretario Generale dell’Ania Umberto Guidoni. La numerosa presenza dei colleghi, superiore all’80% degli aventi diritto, dimostra ancora una volta il grande attaccamento degli iscritti al Sindacato, in controtendenza rispetto al progressivo disinteresse dei cittadini italiani verso la partecipazione attiva in ambito politico e sindacale. Tutto ciò assume una rilevanza ancora maggiore, vista la situazione attuale caratterizzata dalla volontà delle compagnie di sostituirsi agli agenti nel rapporto con il cliente e nel puntare con decisione verso modelli distributivi omni canale con l’intento di marginalizzare il ruolo degli intermediari professionali. Siamo certi che sarà come sempre un momento istituzionale, ma soprattutto sindacale, positivo ed utile per la categoria.
Andrea Pieri

11/04/2024

www.snachannel.it
89° Comitato Centrale, lungo applauso tributato alla relazione del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/notiziario-sna/89-comitato-centrale-lungo-applauso-tributato-alla-relazione-del-presidente-nazionale-sna-claudio-demozzi

MONTECATINI TERME - Si è conclusa la relazione del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi all’89° Comitato Centrale, in corso da stamane a Montecatini Terme. Un doveroso, sentito e commosso ricordo dell’amico e collega Lucio Modestini, storico presidente del Fondo Pensione Agenti, ha preceduto i temi tecnici e politici. "A Lucio Modestini - ha detto Demozzi, - mi lega la battaglia per la sopravvivenza del Fonage, per l’indipendenza previdenziale degli agenti, per la salvaguardia dell’ingente patrimonio accantonato dalla categoria agenziale in cinquant’anni di sacrifici”. Il ricordo di Modestini si è unito a quello di tutti i colleghi scomparsi nel corso dell’ultimo anno.
Il Presidente ha proseguito con una ricognizione delle più importanti materie che formano oggi l’agenda dell’Esecutivo Nazionale, a cominciare da quelle rivendicative, come il rifiuto delle negoziazioni al ribasso con le controparti e l’affermazione del diritto a una sostanziale revisione delle tabelle provvigionali e dei compensi dovuti agli agenti dalle imprese. “Anche quest’anno – ha affermato Demozzi - appare di tutta evidenza quanto l’industria assicurativa, nel nostro Paese ma non solo, prosegua il periodo di alta redditività che perdura ormai da oltre dieci anni”.
La relazione ha poi toccato il tema del CCNL dei dipendenti, rinnovatosi tacitamente nel 2023 e per il quale sono in corso interlocuzioni per valutare la possibilità di aprire un tavolo di trattativa a fronte delle rivendicazioni salariali di forte entità presentate dalle rappresentanze dei dipendenti. “Penso appaia chiaro a tutti – da detto il Presidente nazionale Sna - come garantire stabilità al rapporto contrattuale con i nostri dipendenti significhi dare stabilità ai nostri bilanci agenziali, al presente ed al futuro delle nostre micro-aziende. Così come credo sia chiaro a tutti che il Sindacato non possa imporre agli agenti un aumento eccessivo del costo del personale, in una fase di prolungata crisi di redditività e di indisponibilità delle Imprese a rivedere, in bonis, i trattamenti economici dei nostri contratti agenziali”.
In merito alle relazioni industriali con l’Ania, Demozzi nota come “su alcuni fronti ci siamo ritrovati dalla stessa parte e questo può significare che su alcuni specifici obiettivi si possono creare delle sinergie”. Si tratta della posizione comune con Ania sul Preventivass, condivisa anche con le principali associazioni dei consumatori e sulla necessità di ridurre la produzione normativa e regolamentare, “che negli ultimi anni ha superato ogni limite accettabile e rischia di compromettere la sostenibilità dell’intera filiera distributiva delle assicurazioni”.
Fra i fenomeni di recente diffusione, oggetto di attenzione e intervento da parte del Sindacato, vi è quello dell’introduzione dello Ius Variandi tariffario e normativo da parte delle principali compagnie. “Si tratta – ha spiegato Demozzi - di clausole contrattuali, inserite nelle polizze, che prevedono la facoltà unilaterale, per l’impresa, di variare le condizioni normative o tariffarie in corso, con il metodo del silenzio assenso”. Questo scenario rischia di esporre gli agenti e le loro reti distributive a nuove forme di responsabilità e rischi reputazionali, se si considera che la normativa primaria e secondaria vieta all’Intermediario di agire in pregiudizio degli interessi del contraente.
Sul tema della centralità dell’agente, la relazione evidenzia come la fidelizzazione del cliente all’agente si mantenga ad alti livelli, mentre risulta in caduta libera quella verso le compagnie: “Il cliente medio, è dunque sempre più disposto a cambiare compagnia, ma non a lasciare il rapporto con l’intermediario”, ha affermato il Presidente nazionale Sna.
L’autorevolezza e la credibilità del Sindacato sono dunque preziose e meritevoli di salvaguardia. “Abbiamo bisogno di giovani colleghi – ha esortato Demozzi - i più preparati e più disponibili, da coinvolgere negli Esecutivi provinciali, nei Gruppi di lavoro; dobbiamo tramandare loro la nostra storia, i nostri punti di forza, le nostre conoscenze. In ogni Esecutivo provinciale dovrebbero essere inseriti dei giovani colleghi, ai quali ad esempio affidare l’indispensabile opera di proselitismo e di coinvolgimento degli agenti in tutte le attività del Sindacato”.
Il Presidente ha espresso disappunto per il PUC, o Profilo Unico Cliente, adottato dalle compagnie della galassia Generali, procedura che mira a trasferire di fatto alla compagnia la funzione consulenziale che la norma, invece, attribuisce chiaramente all’agente. Quest’ultimo, peraltro, resta esposto come responsabile in quanto ultimo elemento della filiera distributiva. “Questo Esecutivo Nazionale – ha affermato con decisione il Presidente Sna - è e rimane fermamente contrario ad assecondare accordi capestro o negoziazioni aziendali che possano limitare, ridimensionare o mettere in discussione i diritti ottenuti dagli agenti grazie alla negoziazione collettiva nazionale, o acquisiti per legge o per via giudiziaria”! Notevole ed inaccettabile, su questo tema, il silenzio dei Gruppi aziendali agenti delle compagnie coinvolte.
Per contro, la relazione plaude al “costruttivo apporto del Comitato dei Presidenti di GAA, abilmente guidato da Dario Piana e dal suo Vice Salvatore Palma. L’attività del Comitato è intensa e si svolge in sinergia con l’Esecutivo Nazionale. Gli obiettivi, spesso, sono gli stessi e quando non lo sono la discussione, corretta, leale, regna sovrana in un clima di reciproco rispetto”.
Sul piano dell’andamento delle iscrizioni al Sindacato, Demozzi esprime soddisfazione per aver sfiorato, a fine 2023, quota 10 mila iscritti paganti! “Un successo che ha premiato, ancora una volta, la nostra coerenza, la nostra determinazione davanti alle grandi sfide che interessano la categoria. Il tasso di rappresentatività (numero Iscritti / numero iscritti RUI) del Sindacato è aumentato ulteriormente ed ha fatto segnare un nuovo record storico”.
Il tema dei dati dei clienti è ancora una volta centrale nell’attività di Sna e il Presidente pone nuovamente, al Comitato Centrale la questione della titolarità autonoma del trattamento dei dati dei clienti d’agenzia e della proprietà della relativa banca dati. “Vi pongo una domanda – dice Demozzi - alla quale mi auguro sarà data risposta attraverso i vostri autorevoli interventi: anche alla luce della posizione espressa più volte, all’unanimità, dal Comitato GAA, coincidente con la linea sindacale dell’Esecutivo Nazionale, relativamente ai dati dei clienti, manteniamo – ancora - ferma la nostra posizione? Continuiamo a sollecitare i presidenti di GAA affinché si astengano dal sottoscrivere accordi aziendali peggiorativi, cioè in pejus rispetto a quanto ci garantisce la legge in questo ambito? Teniamo fermo il nostro diniego, rivolto all’Ania, cioè la nostra indisponibilità a sottoscrivere lo specifico passaggio della piattaforma di rinnovo dell’A.N.A.2003 che prevede la titolarità dei dati esclusivamente in capo alle imprese, consapevoli di ciò che comporta”?
La relazione si è conclusa con la presentazione del bilancio consuntivo, che ancora una volta si chiude con un consistente avanzo di gestione.
Infine, il Presidente Demozzi ha esortato i presenti a contribuire a un dibattito aperto e costruttivo, “che vi invito ad alimentare con interventi degni della nostra storia centenaria, della nostra ritrovata autorevolezza, dell’unità di intenti e dello spirito partecipativo che da sempre ci appartengono”. Al termine della relazione la platea, in piedi, ha tributato un lungo e caloroso applauso.
Roberto Pisano

15/03/2024
13/03/2024

www.snachannel.it
Il ricordo di un collega speciale per il Sindacato, ad Arezzo il Comitato Regionale toscano Sna commemora Lucio Modestini
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/notiziario-sna/il-ricordo-di-un-collega-speciale-per-il-sindacato-ad-arezzo-il-comitato-regionale-toscano-sna-commemora-lucio-modestini

AREZZO - Si è riunito il 12 marzo us, in seconda convocazione, il Comitato Regionale Sna della Toscana che per Statuto si deve tenere almeno un mese prima del Comitato Centrale, che quest’anno si terrà a Montecatini Terme il prossimo 10 aprile. All’ordine del giorno l’espletamento degli obblighi statutari in vista riferiti all’89° CC, unitamente alla discussione circa la proposta di un corso formativo su Fondo Pensione Agenti e Cassa Previdenza per i quadri sindacali della Toscana.
Per una volta però il punto più importante sotto l’aspetto sindacale, ma soprattutto umano, ideato e voluto fortemente dal Coordinatore Regionale Franco Domenico Staglianò, è stato quello di ricordare Lucio Modestini, alla presenza di sua figlia Chiara e di suo genero.
Dal Comitato della Toscana infatti, terra dove Lucio ha vissuto, è partita la proposta di istituire una borsa di studio universitaria per ricordare il collega che naturalmente l’Esecutivo Nazionale ha approvato facendo conseguentemente partire, tramite l’Università Cattolica di Milano, l’iter burocratico necessario all’istituzione della borsa di studio stessa, con la realizzazione di un bando che necessiterà di tempi tecnici abbastanza lunghi per essere impiantato. Al termine della procedura potrà poi essere assegnato il contributo del valore di 1.500 euro, con cui verrà premiato il miglior studente, anche negli anni a ve**re, del corso di laurea in scienze bancarie e assicurative.
All’incontro non ha potuto prendere parte il Presidente nazionale Claudio Demozzi che però tramite una mail inviata a Staglianò ha dichiarato: "Ti prego di scusare la mia assenza con i presenti e di stringere in un affettuoso abbraccio i familiari di Lucio a nome mio personale e di tutta la categoria che come sai cerco di rappresentare con tutto l'impegno e la passione che posso. Ti ringrazio e ti auguro un'ottima riuscita dell'evento".
La riunione si è tenuta nella sede di Arezzo della Finital Spa, l’agenzia presso la quale Lucio lavorava e ad essa sono intervenuti anche i quadri sindacali dell’Umbria, terra natia di Lucio. Modestini è stato per tutti coloro che hanno vissuto il Sindacato ed hanno avuto a cuore le sorti dello stesso, una figura fondamentale, perché come ricordato dal Vice Presidente Sna Sergio Sterbini, "Lucio ha lavorato in maniera determinante in tanti importanti capitoli della storia sindacale, collaborando attivamente ad innumerevoli tavoli di lavoro e commissioni, dalla cassa previdenza agenti all’A.N.A., compreso l’ultimo incarico a Presidente del Fondo Pensione Agenti, che ha gestito con competenza e passione. Per questo abbiamo il dovere di ricordarlo con affetto prima ancora che per rispetto".
Presente alla cerimonia anche Francesco Libutti che durante il suo intervento ha confessato ai presenti di "sentirsi ancora molto vicino a Lucio, sia per aver ereditato il suo incarico di Presidente al Fondo Pensione, ma soprattutto per averlo conosciuto anche in fasi non semplici del Fonage instaurando con lui, probabilmente proprio per questo, una profonda e sincera amicizia". Visibilmente commosso ha poi concluso il suo intervento dichiarando che sarà sempre presente tutte le volte che sarà invitato ad eventi che lo riguarderanno.
Significativo poi l’intervento del direttore delle testate giornalistiche del Sindacato Roberto Bianchi il quale ha voluto ricordare come il Presidente nazionale Claudio Demozzi per conto del Sindacato e la stampa sindacale "si siano schierati fin dal primo momento a fianco del collega Lucio nel difenderlo dalle infondate accuse che gli venivano mosse e dai tentativi di metterne in discussione l’operato come Presidente del Fondo Pensione. In una fase così delicata il Sindacato seppe immediatamente, ancora una volta, scegliere da quale parte stare".
Molto bello anche il ricordo di Riccardo Caverni Presidente della provinciale di Arezzo a cui apparteneva Lucio, che lo ha ricordato parlando della sua amicizia vissuta da giovane assicuratore, con l’esperto Lucio che non gli faceva mai mancare i suoi preziosi consigli, così come pure quello di Norberto Droandi, caro amico di Lucio, che lo stesso definiva scherzosamente il suo “autista”, che nel ruolo di accompagnatore negli innumerevoli viaggi fatti insieme, potrà portare con sé gli innumerevoli ricordi che vanno dalle vere e proprie lectio magistralis, fino ad arrivare ai tanti buffi aneddoti, in cui Lucio, da persona intelligente quale era, riusciva a primeggiare con grande maestria.
Al di là poi delle singole espressioni di affetto, cosa ha significato Modestini per il Sindacato lo hanno poi dimostrato, anche in questa occasione, le tante parole di stima con cui i colleghi presenti lo hanno voluto formulare. In tutti loro il denominatore comune è stato l’entusiasmo con cui egli affrontava qualsiasi tema sindacale, avendone la capacità per farlo data dalla profonda conoscenza dei temi trattati, unitamente ad una non comune arte oratoria, arricchita dai suoi indimenticabili aneddoti. Anche questo contraddistingueva i suoi discorsi pubblici, che riuscivano così a carpire sempre l’attenzione di tutti. Insomma Lucio non era una persona banale, così che ognuno aveva sempre qualcosa da imparare e proprio per questo avevamo tutti sempre voglia di ascoltarlo.
La giornata si è poi conclusa con l’incontro con Chiara figlia di Lucio che, accompagnata dal marito, ha ricevuto dal Coordinatore Regionale Staglianò una targa commemorativa in ricordo dell’amico Lucio. Nel suo saluto Chiara ha commosso i presenti, ringraziando di cuore per questo riconoscimento, proprio perché suo padre non viveva di ricchezze materiali, ma di stima e apprezzamento della sua persona da parte degli altri. "Per questo - ha sottolineato Chiara Modestini - nel momento più difficile della sua carriera era dispiaciuto e soffriva molto delle perfidie che alcuni colleghi che, aggiungo io, stento a definire tali, gli ebbero a riservare ingiustamente". Chiara si è detta "molto felice che il Sindacato abbia istituito la borsa di studio in memoria di mio padre, proprio perché quando era giovane a soli vent’anni si arruolò nella Marina Militare, imbarcandosi addirittura sulla famosa Amerigo Vespucci, con desiderio di studiare, per poter un giorno diventare ingegnere, un sogno che però la vita poi non gli ha permesso di realizzare. Ecco che l’istituzione di una borsa di studio in sua memoria è come una rivincita per lui per aver dovuto interrompere gli studi in quanto troppo costosi. Ancora una volta, mio padre ci ha resi orgogliosi di lui".
È stata una giornata molto bella dal punto di vista umano, carica di sentimenti positivi nei confronti di una persona che ci ha lasciato, ma che vive ancora, attraverso la sua memoria, nella famiglia sindacale Sna. Con l’istituzione della borsa di studio a lui dedicata si avrà modo ogni anno di ricordare la figura di Lucio Modestini, come avverrà certamente già dal prossimo Comitato Centrale, che si terrà proprio nella sua amata Toscana.
Andrea Pieri

09/03/2024

💻 POLIZZE RAMO I, RAMO III e PIP: PARTECIPA AL WEBINAR IL 13 MARZO
Il caso Eurovita ci ha insegnato che anche le polizze vita possono comportare dei rischi, e i cittadini devono essere messi in grado di scegliere consapevolmente il prodotto assicurativo vita che fa per loro.

📅 In collaborazione con Sna, Confconsumatori organizza il prossimo mercoledì 13 marzo, dalle 15 alle 16 il webinar “Polizze ramo I, ramo III e Pip, opportunità e rischi: cosa c‘è da sapere”.
L'incontro, gratuito e aperto alla cittadinanza, anche l’occasione per chiarire e illustrare i vantaggi delle polizze Pip come trattamento integrativo della pensione.

🔗 Iscriviti sulla piattaforma Sna al link: https://hd-conference-call-it.zoom.us/meeting/register/tZYkduitrT8pG9Cyw2bFhYKchYIgUc7su3LN

👉 Scopri di più: https://www.confconsumatori.it/polizze-ramo-i-ramo-iii-e-pip-webinar-il-13-marzo/

---

Incontro realizzato nell'ambito di “Generazione F – Generiamo Futuro”, un progetto finanziato dal MIMIT (D.M. 6/5/2022 art. 5)

07/03/2024

www.snachannel.it
Tabella nazionale dei risarcimenti da macroinvalidità, Sna e sette associazioni di consumatori plaudono alla decisione del Consiglio di Stato
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/mercati-italiani/tabella-nazionale-dei-risarcimenti-da-macroinvalidita-sna-e-altre-sette-associazioni-di-consumatori-plaudono-alla-decisione-del-consiglio-di-stato

MILANO - Tabella unica per le gravi invalidità: per il Consiglio di Stato il parere dei consumatori e del CNCU è più importante di quello di Ivass. Sna e 7 associazioni dei consumatori nazionali (Adusbef, Assoutenti, Codici, Casa del Consumatore, Confconsumatori, Lega Consumatori e Movimento consumatori) prendono atto con soddisfazione del recente provvedimento del Consiglio di Stato che ha sospeso il proprio giudizio sulla Tabella Unica Nazionale relativa ai risarcimenti per le macroinvalidità.
Il massimo organo della giustizia amministrativa ha rilevato incongruità e poca chiarezza nel provvedimento che avrebbe dovuto rifarsi ai parametri riconosciuti validi dalla giurisprudenza, ossia dalle Tabelle di Roma e Milano. Tuttavia, il provvedimento presentato dal Governo al Consiglio di Stato sulla base di una proposta dell’Ivass di circa tre anni fa è stato bocciato perché - in concreto - costituisce una riduzione del livello di tutela dei danneggiati da sinistro stradale e malasanità visto che riduce complessivamente gli importi liquidabili.
Per le associazioni la tutela delle vittime da sinistro stradale è prioritaria rispetto ai bilanci delle società. "Difatti, - sottolinea lo Sna - il Consiglio di Stato ha osservato che la documentazione dell’Ivass sulla quale si basa la proposta normativa e temporalmente datato, carente di dati aggiornati circa la frequenza degli eventi dannosi e il numero di detti sinistri. Del tutto assente un'analisi macroeconomica sull’impatto della normativa sui bilanci delle imprese e sulle tariffe".
Le associazioni prendono atto con soddisfazione "che il Consiglio di Stato ha ribadito che prima dei bilanci delle compagnie vengono i diritti costituzionali delle vittime di sinistro e di reato: una normativa che deve tenere conto della sostenibilità del sistema deve essere approfondita sotto il profilo macroeconomico. Approfondimento che è del tutto mancato in un quadro dove i profitti e le imprese restano elevati e i premi crescono ben oltre l’inflazione".
Agenti di assicurazione e associazioni dei consumatori ritengono anacronistico e sbagliato continuare nel trend trentennale che ha visto il passaggio da un sistema di premi amministrati a uno di risarcimenti amministrati. "Tagliare i risarcimenti - prosegue la nota Sna -non serve come dimostrano anni di inutili provvedimenti legislativi, occorrono invece nuovi e diversi provvedimenti che possono incidere effettivamente sul mercato dell’Rcauto e dei premi di polizza.
Il Sindacato nazionale agenti di assicurazione e le altre associazioni di consumatori chiedono:
a. Provvedimenti tesi a migliorare la concorrenza di un mercato assicurativo ormai oligopolistico ove le prime 4 compagnie detengono il 70% del mercato;
b. Di riformare l’autorità di Vigilanza Ivass per rendere la sua attività maggiormente volta alla tutela degli assicurati e dei danneggiati operando con sempre maggiore indipendenza, imparzialità e trasparenza nei propri procedimenti
c. La riforma complessiva del sistema bonus malus
d. La riforma del risarcimento diretto, foriero di aumento dei costi e di opacità tra imprese
Stante l’invito del Consiglio di Stato le associazioni auspicano che Governo e Parlamento aprano una discussione a 360 gradi con tutta la filiera favorendo e valorizzando però le legittime e generali istanze dei consumatori/assicurati/danneggiati ovvero delle famiglie italiane.
"Ancora una volta - ha dichiarato Claudio Demozzi, Presidente Nazionale Sna - gli agenti professionisti concordano pienamente con le associazioni consumeristiche sulla necessità di tutelare gli interessi del danneggiato, mentre Ivass sembra riservare maggiore riguardo alla sostenibilità del mercato".
La Redazione

29/02/2024

www.snachannel.it
In Vittoria Assicurazioni continuano le pressioni? È guerra al Plurimandato? Demozzi (Sna): Le lancette dell’orologio indietro di vent’anni!
https://www.snachannel.it/index.php/all-categories/mercati-italiani/in-vittoria-assicurazioni-continuano-le-pressioni-e-guerra-al-plurimandato-demozzi-sna-le-lancette-dellorologio-indietro-di-ventanni

MILANO - Continuano a piovere segnalazioni da parte di agenti della compagnia Vittoria Assicurazioni che starebbe insistentemente invitando i suoi intermediari a recedere dagli altri mandati agenziali sottoscritti, in particolare da quelli specialistici come DAS (tutela legale). Sembrerebbe che le “pressioni” maggiori si stiano verificando in Piemonte, ma anche in altre Regioni le cose non sembrano andare diversamente.
“Le voci, i messaggi, le telefonate si fanno ogni giorno più numerose; è difficile credere che non siano fondate e che tra la rete agenziale di questa compagnia non serpeggi uno stato di malessere dovuto al diktat della Direzione, che va oltre la riforma in pejus del portafoglio e minaccia la libertà professionale degli agenti, invitati a recedere dagli altri mandati agenziali; sembrerebbe una vera e propria guerra al Plurimandato. Sembra di assistere al tentativo di qualcuno di riportare indietro le lancette dell’orologio di vent’anni! Il Sindacato non può stare a guardare e se le pressioni non cesseranno immediatamente siamo pronti ad interessare le Autorità preposte, a difesa degli agenti e della loro libertà imprenditoriale!”, ha dichiarato il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, al termine di un incontro con alcuni agenti coinvolti direttamente nel problema.
Il Presidente ha altresì aggiunto: “Come sempre siamo l’unica Rappresentanza che accetta queste segnalazioni, che interviene concretamente al fianco degli agenti; altre Associazioni o simil-sindacati, tanto bravi a chiacchiere, non scendono mai in trincea, non sparano mai un colpo; stupisce anche il silenzio del Gruppo aziendale”.
La Redazione

Indirizzo

Piazza Giuseppe Garibaldi 21
Alessandria
15121

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando SNA Alessandria pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a SNA Alessandria:

Condividi


Altro Alessandria studi legali

Vedi Tutte

Potrebbe piacerti anche