AIGA Trapani

AIGA Trapani Pagina della Associazione Italiana Giovani Avvocati Sezione di Trapani. Segui le ultime novità e la programmazione degli eventi formativi.

AIGA Il nostro Direttivo in una serata estiva ☀️
29/07/2021

AIGA
Il nostro Direttivo in una serata estiva ☀️

AIGA PARTY 🎉 Una Festa d’Estate 🍹 Vi aspettiamo
22/07/2021

AIGA PARTY 🎉
Una Festa d’Estate 🍹
Vi aspettiamo

📸 Alcuni scatti del nostro ultimo convegno
26/04/2021

📸 Alcuni scatti del nostro ultimo convegno

🗓 23.04.2021AIGA Trapani incontra il Dott. E.Cersosimo - Giudice del Tribunale di Trapani ⚖️ ➡️ 3 CFU✋Evento riservato a...
22/04/2021

🗓 23.04.2021
AIGA Trapani incontra il Dott. E.Cersosimo - Giudice del Tribunale di Trapani ⚖️
➡️ 3 CFU
✋Evento riservato ai Soci Aiga

🎙 AIGA TP - LIVE🎬 Webinar sul Processo su la Strage di ErbaCon l’avv. Fabio Schembri e con Antonino Monteleone de Le Ien...
05/03/2021

🎙 AIGA TP - LIVE
🎬 Webinar sul Processo su la Strage di Erba
Con l’avv. Fabio Schembri e con Antonino Monteleone de Le Iene 😎

26/02/2021
24/02/2021

𝐈𝐋 𝐅𝐄𝐒𝐓𝐈𝐕𝐀𝐋 𝐃𝐄𝐋𝐋𝐀 𝐆𝐈𝐔𝐒𝐓𝐈𝐙𝐈𝐀.
𝐏𝐑𝐈𝐌𝐀 𝐄𝐃𝐈𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐈𝐋 𝟏𝟐 𝐌𝐀𝐑𝐙𝐎 𝟐𝟎𝟐𝟏.

Organizzato da AIGA e da 4cLegal, con la Media Partnership del Gruppo 24 Ore, il Festival della Giustizia è il nuovo appuntamento pensato per fare il punto sul Sistema Giustizia in Italia, con un taglio istituzionale ma anche con una decisa proiezione verso il futuro.

Il focus di questa «Edizione Uno» è sulla digitalizzazione: nuovi paradigmi che hanno conosciuto un’accelerazione decisa nel contesto della pandemia ma che sono destinati ad avere un ruolo di primo piano anche nell’auspicato «new normal».

Ne parleremo con Istituzioni, esponenti dell’Avvocatura e della Magistratura, player di riferimento del mercato legale italiano.

Per scaricare il programma e iscrizioni:https://www.aiga.it/wp-content/uploads/2021/02/Locandina-IL-FESTIVAL-DELLA-GIUSTIZIA.pdf

24/02/2021

🔹🔸 𝐀𝐈𝐆𝐀: 𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄𝐍𝐓𝐀𝐓𝐀 𝐈𝐍𝐓𝐄𝐑𝐑𝐎𝐆𝐀𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐀𝐋𝐋𝐀 𝐌𝐈𝐍𝐈𝐒𝐓𝐑𝐀 𝐂𝐀𝐑𝐓𝐀𝐁𝐈𝐀 𝐏𝐄𝐑 𝐋𝐀 𝐒𝐎𝐋𝐔𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐃𝐄𝐈 𝐏𝐑𝐎𝐁𝐋𝐄𝐌𝐈 𝐃𝐄𝐋 𝐏𝐎𝐑𝐓𝐀𝐋𝐄 𝐃𝐄𝐈 𝐒𝐄𝐑𝐕𝐈𝐙𝐈 𝐓𝐄𝐋𝐄𝐌𝐀𝐓𝐈𝐂𝐈 🔹🔸

Presentata alla Camera dei Deputati l’interrogazione a risposta scritta a prima firma dell’On.le Devis Dori (M5S) con cui – a seguito della lettera inviata dalla nostra Associazione alla Ministra della Giustizia Prof.ssa Marta Cartabia del 20 febbraio u.s. – si chiede quali iniziative la Ministra intenda porre in essere per risolvere le problematiche relative al funzionamento del portale dei servizi telematici del Ministero della Giustizia, anche attraverso l’individuazione di appositi fondi del finalizzati al suo potenziamento, prevedendo sempre un metodo alternativo di deposito degli atti in ogni caso in cui non sia possibile il deposito telematico, in modo da garantire per ogni cittadino l’effettività del diritto di difesa.

23/02/2021

𝐀𝐈𝐆𝐀: 𝐀𝐏𝐏𝐑𝐎𝐕𝐀𝐓𝐎 𝐋'𝐄𝐌𝐄𝐍𝐃𝐀𝐌𝐄𝐍𝐓𝐎 𝐂𝐇𝐄 𝐏𝐑𝐎𝐑𝐎𝐆𝐀 𝐈𝐋 𝐑𝐄𝐆𝐈𝐌𝐄 𝐓𝐑𝐀𝐍𝐒𝐈𝐓𝐎𝐑𝐈𝐎 𝐏𝐄𝐑 𝐋'𝐈𝐒𝐂𝐑𝐈𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐀𝐋𝐋'𝐀𝐋𝐁𝐎 𝐒𝐏𝐄𝐂𝐈𝐀𝐋𝐄 𝐏𝐄𝐑 𝐈𝐋 𝐏𝐀𝐓𝐑𝐎𝐂𝐈𝐍𝐈𝐎 𝐀𝐕𝐀𝐍𝐓𝐈 𝐋𝐄 𝐆𝐈𝐔𝐑𝐈𝐒𝐃𝐈𝐙𝐈𝐎𝐍𝐈 𝐒𝐔𝐏𝐄𝐑𝐈𝐎𝐑𝐈.

AIGA accoglie con entusiasmo la notizia dell'approvazione, in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, della proposta di emendamento al c.d. Decreto Milleproroghe volta ad ottenere la proroga di un ulteriore anno del regime transitorio per la iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio avanti alle giurisdizioni superiori.

Come accade costantemente dall'entrata in vigore della Legge Professionale 247/2012, AIGA si è impegnata anche quest'anno a presentare la proposta tramite i capigruppo dei principali partiti politici: l'approvazione della proroga permetterà adesso a tanti colleghi di completare il proprio percorso professionale, frutto di sacrifici e passione.

Auspichiamo - afferma il Presidente Nazionale Antonio De Angelis - che si intervenga con una norma che disponga definitivamente circa il criterio temporale da adottare per l’iscrizione all’Albo per il patrocinio innanzi alle giurisdizioni superiori e che venga consentito, pertanto, l’accesso secondo la disciplina previgente a tutti coloro che si sono iscritti all’albo degli avvocati prima dell'entrata in vigore della L. 247/12.

L'AIGA ringrazia in particolare l'On. Carolina Varchi per aver proposto l'emendamento approvato.

20/02/2021

Illustrissima Ministra,

con la presente sono purtroppo a rappresentarLe l’insostenibile situazione dovuta al malfunzionamento del portale dei servizi telematici del Ministero della Giustizia che, di fatto, ci impedisce di svolgere regolarmente l’attività professionale a causa delle continue, prolungate e ripetute interruzioni del servizio.

In ambito civile ciò comporta necessariamente l’impossibilità di accedere ai fascicoli informatici, di effettuare una semplice consultazione dei registi pubblici e di provvedere al pagamento telematico del Contributo Unificato indispensabile per iscrivere le cause a ruolo. Il deposito degli atti è comunque consentito, ma di fatto l'impossibilità di aggiornare i registri di cancelleria impedisce al personale di "scaricare" le c.d. buste", originano, in tal modo, un effetto a catena con continui ritardi nell'inserimento degli atti nei relativi fascicoli.

In ambito penale la situazione è ancor più grave, visto che una serie di atti, tra cui la richiesta di interrogatorio ex art. 415 bis c.p., le querele/denunce e le opposizioni a richieste di archiviazione, devono essere depositate obbligatoriamente ed esclusivamente con modalità telematica. Ne consegue che, in caso di interruzione del servizio, gli avvocati si trovano nell’impossibilità di depositare gli atti visto che molte Procure non accettano più il deposito cartaceo e, ove accettato, spesso manca il funzionario per mettere la firma del depositato a causa della grave carenza del personale.

Tutto ciò comporta inevitabilmente una compromissione non solo del diritto di difesa e del diritto al lavoro, ma configura a tutti gli effetti un’interruzione di pubblico servizio.

Siamo consapevoli del fatto che questa situazione sussiste da tempo, e ci rendiamo disponibili a collaborare attivamente con il Ministero per fornire la nostra esperienza concreta di operatori della giustizia.

Auspichiamo che il sistema del portale pst.giustizia.it venga al più presto potenziato, anche – ma non solo – utilizzando i fondi del Next Generation EU.

RingraziandoLa fin d’ora per la disponibilità ad ascoltare le nostre istanze, l’occasione mi è gradita per inviare i miei più cordiali saluti.

Roma, 20 febbraio 2021

Il Presidente
Antonio De Angelis

18/02/2021

Giovedì 25 febbraio alle ore 13:00 non perdetevi la puntata zero di AIGA TECH, un nuovo progetto di AIGA per unire il mondo dei giovani avvocati con quello del legaltech.
Gli episodi saranno disponibili sulla pagina facebook di AIGA nazionale e sul nostro canale youtube.
Vi aspettiamo!

📸 Scatti dell’incontro AIGA Trapani con il prof.Pietro Ichino.
16/02/2021

📸 Scatti dell’incontro AIGA Trapani con il prof.Pietro Ichino.

👉 Webinar 16.02.2021 ore 16AIGA TRAPANI incontra il prof.Pietro Ichino 👤📄 3 CFU riconosciutiEvento riservato ai Soci AIG...
14/02/2021

👉 Webinar 16.02.2021 ore 16
AIGA TRAPANI incontra il prof.Pietro Ichino 👤
📄 3 CFU riconosciuti
Evento riservato ai Soci AIGA
📩 Per info e iscrizioni: [email protected]

12/02/2021

L’AIGA esprime piena soddisfazione per la nomina della Professoressa Marta Cartabia a Ministro della Giustizia.

La Professoressa Cartabia, Presidente emerito della Corte Costituzionale, rappresenta una figura di altissimo profilo nel panorama giuridico italiano, e saprà guidare con competenza e autorevolezza l’importante percorso di riforme ed innovazione del settore giustizia.

L’AIGA formula al nuovo Ministro della Giustizia i migliori auguri di un proficuo lavoro.

10/02/2021
05/02/2021
05/02/2021

Si comunica che con provvedimento di ieri, 4 febbraio 2021, il Ministero della Giustizia ha statuito che il rilascio delle copie esecutive in formato digitale non è soggetto a diritti di copia. Qui il provvedimento

05/02/2021

𝐂𝐎𝐕𝐈𝐃-𝟏𝟗, 𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄𝐍𝐓𝐀𝐓𝐎 𝐋’𝐄𝐌𝐄𝐍𝐃𝐀𝐌𝐄𝐍𝐓𝐎 𝐀𝐋 𝐂𝐃. “𝐃𝐄𝐂𝐑𝐄𝐓𝐎 𝐌𝐈𝐋𝐋𝐄 𝐏𝐑𝐎𝐑𝐎𝐆𝐇𝐄” 𝐏𝐄𝐑 𝐅𝐀𝐑 𝐒𝐀𝐋𝐕𝐎 𝐈𝐋 𝐒𝐄𝐌𝐄𝐒𝐓𝐑𝐄 𝐃𝐈 𝐏𝐑𝐀𝐓𝐈𝐂𝐀 𝐅𝐎𝐑𝐄𝐍𝐒𝐄 𝐈𝐍 𝐀𝐒𝐒𝐄𝐍𝐙𝐀 𝐃𝐄𝐋 𝐍𝐔𝐌𝐄𝐑𝐎 𝐌𝐈𝐍𝐈𝐌𝐎 𝐃𝐈 𝐔𝐃𝐈𝐄𝐍𝐙𝐄

In tempo di pandemia anche lo svolgimento della pratica forense è diventato complicato.

In particolare è sempre più difficile per i praticanti presenziare alle venti udienze (dodici in caso di pratica anticipata) necessarie per il riconoscimento del semestre di tirocinio professionale in quanto non solo molte udienze vengono rinviate d’ufficio – a volte purtroppo anche a causa del fatto che il magistrato si trovi in quarantena e/o in isolamento fiduciario – ma accade altresì che, viste le dimensioni ridotte delle aule, i praticanti non possano partecipare stante l’impossibilità di mantenere le distanze di sicurezza.

Di conseguenza, come abbiamo avuto modo più volte di sottolineare, in assenza di una normativa generale ad hoc, il riconoscimento o meno del semestre di pratica in assenza delle venti udienze (dodici in caso di pratica anticipata) viene – di fatto – rimessa alla discrezionalità dei singoli Consigli dell’Ordine con conseguente disparità di trattamento da un circondario all’altro, peraltro in assenza di una copertura legislativa sul punto.

È dunque necessario un intervento normativo che preveda la possibilità per gli ordini forensi di considerare svolto positivamente il semestre di tirocinio professionale anche nel caso in cui il praticante non abbia potuto assistere al numero minimo di udienze; naturalmente previa verifica da parte degli stessi dell’oggettiva impossibilità per il praticante di presenziare.

Per tale motivo apprendiamo con soddisfazione la notizia del deposito presso la Camera dei Deputati della proposta di emendamento al cd. “decreto Mille Proroghe”, a prima firma dell’On.le Devis Dori (M5S), promosso dalla nostra associazione, di cui auspichiamo l’approvazione, che prevede la possibilità di considerare svolto positivamente il semestre di tirocinio professionale in cui il praticante non abbia assistito al numero minimo di udienze per l’intero periodo emergenziale.

03/02/2021

L’AIGA, Associazione Italiana Giovani Avvocati, esprime vicinanza e solidarietà per lo spiacevole e inammissibile episodio accaduto al collega Hillarry Sedu, al quale un magistrato onorario presso il Tribunale per i minorenni di Napoli avrebbe chiesto, dandogli del “tu”, dapprima di mostrare il tesserino dell’ordine forense di appartenenza, per poi domandargli se fosse un avvocato e addirittura laureato.

Nell’intima convinzione che non si sia dinanzi ad un caso di razzismo, come anche precisato dal collega Hillarry Sedu, è evidente l’atteggiamento di supponenza e di arroganza che certa parte della magistratura ormai da troppo tempo riserva alla classe forense, e che viene amplificato in casi sconcertanti come quello accaduto nell’aula del Tribunale per i minorenni di Napoli, legandosi anche alla possibilità di rasentare una discriminazione razzista.

L’Aiga, nell’esprimere la propria ed incondizionata vicinanza all’avvocato Hillarry Sedu, auspica un ritorno al rispetto istituzionale e deontologico da parte della Magistratura verso la classe forense, e che episodi come questi possano portare le Istituzione ad una profonda riflessione sulla necessità di una ridefinizione del ruolo dell’avvocato quale garante dei diritti dei cittadini senza distinzione alcuna.

31/01/2021

🔸🔹𝐀𝐈𝐆𝐀: 𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐈𝐍𝐓𝐄𝐑𝐑𝐔𝐙𝐈𝐎𝐍𝐈 𝐀𝐋 𝐏𝐂𝐓🔹🔸

Da mesi si registrano continue interruzioni al Portale dei Servizi Telematici (da ultimo il disservizio di rete annunciato per la giornata odierna, dovuto al completamento delle attività di upgrade degli apparati di connettività geografica).

Tali interruzioni comportano un costante e continuo disagio per gli avvocati, costretti a riorganizzare e rimodulare il lavoro quotidiano.
Un ulteriore aggravio, in aggiunta al già difficile periodo storico in corso, che contribuisce a svilire la classe forense.
I suddetti disservizi, infatti, non sempre sono delimitati nel tempo e, con la pretesa di installare modifiche correttive e migliorative sui sistemi telematici, finiscono per rendere sostanzialmente indisponibili tutti i servizi informatici (aggiornamento fascicoli, pagamenti telematici, accesso al Portale Deposito atti Penali, ect..).

“E’ davvero imbarazzante– afferma il Presidente Nazionale Aiga Antonio De Angelis – assistere quotidianamente alla mortificazione della professione forense anche attraverso il malfunzionamento dei sistemi informatici e telematici che, giova ribadirlo, sono stati introdotti al fine di facilitare e snellire molti passaggi processuali”.
“Questi ennesimi e ripetuti episodi rendono maggiormente privo di concretezza - continua De Angelis - il tanto acclamato Recovery Plan, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 13 gennaio ed i suoi ambiziosi obiettivi di digitalizzazione ed innovazione e legittima la Giovane Avvocatura a sostenere, ancora una volta e con maggiore vigore, l’assoluta inadeguatezza dell’attuale Ministro della Giustizia a ricoprire un ruolo di rilievo in uno Stato di Diritto”.

27/01/2021

Si comunica che il C.d.A., nella seduta del 26 gennaio 2021, in attesa dei provvedimenti Ministeriali di attuazione dell’art. 1, comma 20, della legge 178/2020, ha ritenuto opportuno sospendere la riscossione dei contributi minimi 2021 (soggettivo e di maternità).

Di conseguenza i relativi Mav, con scadenza febbraio, aprile, giugno e settembre 2021, per il momento, non possono essere prodotti dal sito della Cassa.

Con successiva comunicazione verranno fornite istruzioni agli iscritti, in linea con gli emanandi Decreti Ministeriali.

Roma, 27 gennaio 2021

Indirizzo

Via Domenico La Bruna N. 9
Alcamo
91011

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 18:00
Martedì 09:00 - 18:00
Mercoledì 09:00 - 18:00
Giovedì 09:00 - 18:00
Venerdì 09:00 - 18:00

Telefono

+393281273959

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando AIGA Trapani pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a AIGA Trapani:

Condividi


Altro Avvocato e studio legale Alcamo

Vedi Tutte