Studio Blu Adria

Studio Blu Adria Studio Blu è la risposta giusta per la tutela dei tuoi diritti. Garanzia di professionalità e costante aggiornamento. Professionista certificato FAC
(1)

Patrocinatore Stragiudiziale

11/10/2023

La pace è l’unica battaglia che valga la pena intraprendere”. Albert Camus

📷 Banksy art

♥️🎶

lollò

12/05/2023

E' necessaria una rigorosa verifica delle richieste risarcitorie dirette al FGVS, soprattutto per i sinistri sospetti. La Corte d’Appello di Bari conferma

26/11/2022

25/11/2022 ore 11,30-13,00 FOUR POINTS BY SHERATON PADOVA Corso Argentina 5, 35129 Padova Preg.mi Colleghi,presentiamo il nostro prossimo

25/11/2022

Si è svolto lo scorso sabato 12 novembre il convegno regionale di Federcarrozzieri Piemonte. Tra i tanti spunti, il Movimento Consumatori denuncia una pratica scorretta delle compagnie, vediamo di cosa si tratta.

26/10/2022

Nel 2011 una ginecologa e un'anestesista dell'ospedale San Bortolo di Vicenza causarono la morte di una paziente. L'ospedale, all'epoca, era assicurato con una compagnia rumena, fallita prima della sentenza definitiva di condanna.
Risultato: il sistema sanitario nazionale dovrà sborsare di tasca propria oltre due milioni di euro di risarcimento alla famiglia della vittima.
Le domande da porsi sono tante, ma la risposta è una soltanto, riassumibile con il noto proverbio "chi più spende, meno spende".
Ora quei dirigenti e quei politici che all'epoca furono incensati per aver fatto risparmiare qualche spicciolo alle casse pubbliche scegliendo uno sgangherato partner assicurativo soltanto perchè più economico rispetto agli altri, dovrebbero quanto meno vergognarsi di aver causato un danno economico alla sanità vicentina e nazionale ben maggiore.
Ma forse sono troppo ottimista...

14/10/2022

Cresce il numero di sinistri, il costo dei pezzi di ricambio e i valori per il calcolo dei danni fisici: le compagnie assicurative costrette a innalzare le tariffe. Le associazioni auspicano riforme

11/10/2022

Sì al rimborso delle spese legali stragiudiziali in caso di sinistro. Leggi l’articolo dell’avvocato Giulio Brovia redatto per OPEN Dot Com.

26/09/2022

Il danno consistente nella necessità di noleggiare un veicolo sostitutivo è cedibile ma va provato, poiché non è in re ipsa...

20/09/2022

Nuovo corso in aula dal titolo: POLIZZE AUTO E CLAUSOLE VESSATORIE. La tutela del contraente debole nel Codice del Consumo.
Il corso si terrà solo in presenza a Padova venerdì 14 ottobre dalle ore 14.00 alle ore 18.00.
Relatori:
Avv. Dario Mastria - Foro di Milano
Dott. Giovanni Polato - Patrocinatore stragiudiziale
Per info e iscrizioni: www.mediacampus.it

29/08/2022

www.snachannel.it
IVASS, ANOMALA GESTIONE DEL RECLAMO DI UN ASSICURATO. DEMOZZI (SNA): COMPORTAMENTO CHE LASCIA SBALORDITI

MILANO - L’ufficio sinistri della compagnia, tanto per cambiare, spedisce all’assicurato un assegno di importo minore rispetto al danno lamentato, senza fornire alcuna spiegazione e senza esporre il calcolo del risarcimento liquidato. Il cliente cerca di mettersi in contatto con il liquidatore, ripetutamente, ma senza riuscire nell’intento. Alla fine, si rivolge al suo agente di fiducia esternando l’intenzione di rivolgersi ad un avvocato per tutelare i propri diritti.
L’agente consiglia il suo cliente di mantenere la calma e di segnalare il caso alla direzione della compagnia (del gruppo Generali, ndr), nonché all’Ivass affinché sia eventualmente accertato se si tratti di un unico caso o se, malauguratamente, si tratti di un modus operandi adottato come standard da quello specifico ufficio sinistri.
Parte dunque la segnalazione di reclamo, mediante lettera raccomandata indirizzata alla direzione della compagnia ed all’Ivass. Dopo due mesi di attesa, il cliente apprende che l’Istituto di vigilanza avrebbe ricevuto la raccomandata il 1° luglio scorso, come risulta dal timbro apposto sulla busta, che avrebbe aperto la corrispondenza e l’avrebbe rifiutata con la dicitura “non di competenza Ivass”. Difficile da credere, se non fosse che il tutto è puntualmente documentato.
La Posta infatti restituisce al cliente la busta e la lettera reclamo, con le annotazioni del caso tra le quali figura addirittura l’ammonimento del portalettere “raccomandata aperta: non la riconsegno al mittente”. La raccomandata invece giunge nelle mani del mittente che, non senza stupore, ci ha fatto avere il documento.
Nel frattempo, grazie all’intervento dell’agente, la compagnia ha saldato il suo debito, ma all’assicurato rimarrà certamente la sensazione di essersi scontrato contro un “muro di gomma”, del quale sembra far parte anche l’Istituto di vigilanza (Ivass), cioè l’Ente preposto alla tutela del consumatore nel rapporto con l’industria assicurativa.
Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “questo comportamento lascia sbalorditi; mi auguro che Ivass approfondisca la questione e faccia in modo che in futuro qualsiasi comunicazione venga regolarmente protocollata e lavorata; la vicenda ha dell’incredibile. Speriamo si tratti - conclude Demozzi - di un caso isolato. Tuttavia, mi chiedo se un agente si comportasse in questo modo, al ricevimento di un reclamo, a quali conseguenze andrebbe incontro?".
La Redazione

12/08/2022

I nostri uffici saranno chiusi dal giorno 16 agosto. Saremo nuovamente operativi dal 22 agosto.

26/07/2022

MILANO - Il fenomeno dell'abbinamento di polizze all'atto della sottoscrizione di mutui e finanziamenti bancari è oramai la regola, così come però i r...

07/06/2022

Cari Colleghi,è con piacere che presentiamo il nuovo webinar "IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE + ELEMENTI ISTITUTO PENALE: nozioni tecniche", al quale tutti

26/05/2022

Esami di laboratorio? Check-Up di routine o controlli specifici?
Scopri tutti gli esami effettuabili nelle nostre strutture e prenota il tuo prelievo. 😎
📞 0426.380473 – 353.4096207 Porto Tolle
📞 0426.303316 – 3534154930 Adria
Molti sono gli esami consultabili direttamente nel nostro sito.
Puoi trovarne l’elenco a questa pagina 👉https://bit.ly/Punto-Prelievi-Centro-Medico-Delta.

15/04/2022
30/03/2022

È il custode della cosa a pagare l’intero risarcimento in caso di sinistro per buche o rappezzi non più allineati? Quando scatta il concorso di colpa?

01/01/2022

Cambia il codice della strada: dal parcheggio dei disabili a chi non indossa il casco, ecco le multe più salate dal 1° gennaio 2022. Chi sgarra e parcheggia la propria auto, senza averne diritto, nel posto riservato ai disabili, incorrerà in una multa base di 168 euro che potrà arrivare fino a 672 euro in alcuni casi particolari. La stessa cosa vale per chi usa in maniera errara il contrassegno andando incontro ad una sanzione amministrativa compresa tra 87 e 344 euro nel caso in cui vengano utilizzate delle strutture, che spettano di diritto, "ma non osservando le condizioni ed i limiti indicati nell’autorizzazione prescritta". La novità importante, però, riguarda le strisce blu che potranno essere occupate "qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati". Non dimentichiamoci che, ci occupa abusivamente le strisce gialle, si vedrà tolti quattro punti dalla patente rispetto ai due attuali, in pratica il doppio. Verranno tolti il triplo dei punti (da due a sei) per chi utilizza un contrassegno non valido come una fotocopia, un’autorizzazione di qualcun altro o già scaduta. Per sapere a che punto è il punteggio personale della patente, bisognerà collegarsi con il sito internet "il portale dell'automobilista" e controllare eventuali comunicazioni. Non c'è più, infatti, l'invio della lettera a casa tramite posta.Le città si coloreranno maggiormente di rosa perché sono previsti parcheggi ad hoc per le donne in stato di gravidanza o per i genitori con un bambino che non abbia compiuto i due anni d'età. Ma l'articolo 158 del codice della strada ingloba anche i divieti per gli spazi riservati agli scuolabus e alle auto elettriche: per queste tre categorie, le multe variano da 25 a 100 euro per le due ruote, da 42 a 173 per le auto e gli altri veicoli. Sempre a proposito di rosa, il foglio utile per poter guidare in attesa che arrivi la patente durerà un anno e non più sei mesi come previsto dall'attuale codice stradale. L'esame di guida, poi, potrà essere ripetuto tre volte mentre oggi, dopo due errori, è necessario rifare la domanda alla Motorizzazione e pagare nuovamente i diritti. Caschi obbiligatori per tutti senza più la distinzione tra maggiorenni e minorenni: ad oggi, infatti, il conducente che trasportava un minore senza casco non veniva sanzionato, accadeva solo se l'età fosse stata maggiore di 18 anni. Adesso non sarà più così, la sanzione scatterà indipendentemente dall'età. Invariata la cifra, da 83 euro a 332, come previsto dall’articolo 171.

08/11/2021

Obbligo di adesione alla procedura di risarcimento diretto per le compagnie assicurative con sede all'estero | LeggiOggi

Indirizzo

Via Alessandro Manzoni, 17
Adria
45011

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 12:30
15:30 - 19:00
Martedì 09:00 - 12:30
15:30 - 19:00
Mercoledì 09:00 - 12:30
15:30 - 19:00
Giovedì 09:00 - 12:30
15:30 - 19:00
Venerdì 09:00 - 12:30
15:30 - 19:00
Sabato 09:30 - 12:30

Telefono

0426 902385

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Studio Blu Adria pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta L'azienda

Invia un messaggio a Studio Blu Adria:

Condividi

Digitare

Studi Legali nelle vicinanze


Altro Servizi legali Adria

Vedi Tutte

Potrebbe piacerti anche